Ultime news sul turismo

King Holidays, la sede di Milano affidata ad Antonietta Zucchetti

King Holidays, la sede di Milano affidata ad Antonietta Zucchetti

King Holidays, tour operator con sede centrale a Roma, ha nominato Antonietta Zucchetti quale Branch Office Manager di Milano. La nuova responsabile risponderà direttamente ad Americo de Sousa, General Manager del Tour Operator, e si occuperà della gestione di tutte le attività della filiale, specializzata nella commercializzazione del prodotto King Holidays sia nell’ambito delle partenze individuali che di gruppo. Antonietta Zucchetti approda in King Holidays dopo aver trascorso trent’anni nel mondo del turismo: una carriera che l’ha portata ad acquisire una profonda esperienza nel settore, con particolare riferimento al MICE. Ha collaborato con importanti operatori, gestendo in prima persona l’organizzazione di viaggi incentive e congressi. Si è occupata, con brillanti risultati, di operativo, programmazione, analisi dei budget, vendita, new-business e nel 2012 è entrata nel Gruppo Alessandro Rosso come Planning & Operation Manager. In King Holidays avrà il compito di acquisire nuove quote di mercato nelle aree commerciali di competenza e di consolidare le partnership con le agenzie specializzate nel MICE, promuovendo lo sviluppo di progetti tailor made ad elevato valore aggiunto.“Sono onorata di aver ricevuto questo incarico – dichiara Antonietta Zucchetti – che per me è un importante attestato di fiducia: il mio obiettivo è di dare un nuovo impulso alle relazioni commerciali con le agenzie del nord Italia, sfruttando nel migliore dei modi le sinergie che si possono creare con tutte le attività del Gruppo”.

Webitmag - Web in Travel Magazine

EconomiaNewsOfferte di lavoro e nomineTour operatorTour operator e Agenzie viaggiAntonietta ZucchettiKing HolidaysMilanonomine

Federalberghi, bene la “manovrina” che disciplina le locazioni brevi

Federalberghi, bene la “manovrina” che disciplina le locazioni brevi

“La definizione di una norma che mette ordine nella disciplina fiscale delle locazioni brevi costituisce un positivo passo avanti verso la bonifica di un mercato che è inquinato dagli abusivi e dalla concorrenza fiscale”. Lo ha detto il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, alla notizia dell’approvazione dell’articolo 4 della manovrina, che impone ai portali di prenotazione di riscuotere alla fonte una trattenuta del 21% su ogni contratto stipulato da soggetti non imprenditori. Entro novanta giorni, un decreto ministeriale dovrà definire criteri oggettivi per distinguere le attività imprenditoriali da quelle non imprenditoriali. “Anche questo aspetto è positivo e ci auguriamo che il decreto tragga spunto dalle buone prassi adottate all’estero, evitando che chi svolge l’attività in via continuativa possa continuare a nascondersi dietro un dito” ha commentato Bocca. Che aggiunge: “L’unica nota critica è costituita dalla formulazione inerente l’imposta di soggiorno, che – nel prevedere giustamente l’applicazione dell’imposta anche per i turisti che alloggiano presso gli immobili in affitto – rischia di penalizzare le strutture ufficiali già tartassate dal fisco”. Nonostante i passi in aventi, secondi l presidente di Federalberghi, bisogna “continuare a lavorare su altri aspetti, per garantire la tutela degli ospiti, dei vicini di casa, dei lavoratori e soprattutto della sicurezza pubblica, per evitare che le locazioni brevi offrano un comodo rifugio a chi vuole sfuggire ai controlli delle forze dell’ordine”.

Webitmag - Web in Travel Magazine

EconomiaExtra alberghiero e home sharingIstituzioni ed enti del turismoLeggi e FiscoNewsSettore Ricettivo e OspitalitàBernabò BoccaFederalberghiLocazioni brevimanovrina

Federcongressi, Maria Gabriella Gentile nuovo vice-presidente

Federcongressi, Maria Gabriella Gentile nuovo vice-presidente

Il comitato esecutivo di Federcongressi&eventi ha eletto all’unanimità Maria Gabriella Gentile vice presidente dell’associazione. Da sempre impegnata nel mondo associativo internazionale e con una lunga attività alle spalle nel settore dei congressi, Gentile è responsabile del Learning Center di Federcongressi&eventi. “Sono felice della scelta compiuta dal Comitato Esecutivo -, ha detto Alessandra Albarelli, presidente di Federcongressi&eventi -. Gabriella vanta competenze trasversali che sono e continueranno a essere sempre più fondamentali per la crescita dell’associazione e per l’attuazione dei programmi di formazione e membership. Il suo incarico è il giusto riconoscimento a una collega che ha sempre messo a disposizione di Federcongressi&eventi tempo, competenze, professionalità ed entusiasmo, impegnandosi anche per sostenere la crescita di nuovi talenti”.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Mice e Business travelNewsOfferte di lavoro e nomineFedercongressi&eventiMaria Gabriella Gentile

Astoi esplora nuove opportunità di business: turismo medico e Thailandia in cima alla lista

Astoi esplora nuove opportunità di business: turismo medico e Thailandia in cima alla lista

Negli ultimi mesi sembrava che Astoi avesse smesso di partecipare agli eventi di settore, ma forse la chiave di lettura è un’altra: se nell’evento viene vista un’opportunità di business, Confindustria Viaggi c’è. Così la scorsa settimana a Milano il presidente di Astoi Nardo Filippetti è prima intervenuto al Business forum Italia – Thailandia a Palazzo Clerici per poi dare il suo supporto a Inter-care, la prima fiera dedicata al turismo medico che al Palazzo delle Stelline ha messo in contatto il mondo scientifico (cliniche, ospedali, medici, dispositivi) e quello dell’accoglienza (centri termali, alberghi, agenzie di viaggi, enti territoriali). Nel primo dei due eventi il presidente Filippetti ha ripercorso la crescita del turismo outgoing verso la Thailandia. Secondo i dati ufficiali dell’Ente Nazionale del Turismo Thailandese, nel 2016 si sono recati in Thailandia 265.000 italiani, pari a + 7,9% rispetto all’anno precedente, segnando l’ottavo anno consecutivo di crescita del flusso. Per gli italiani la Thailandia è la seconda destinazione leisure lungo raggio dopo gli Stati Uniti. Il picco delle presenze si registra a Natale e Capodanno e le località più visitate sono Bangkok, le spiagge del sud e le isole che da Phuket si snodano fino ai confini con la Malesia”. Filippetti ha dichiarato: “Siamo onorati dell’invito rivolto alla nostra Associazione e riteniamo che il Business Forum Italia-Thailandia rappresenti un importante strumento bilaterale per rafforzare ulteriormente gli scambi commerciali e per creare investimenti e nuove opportunità di business. Accogliamo con estremo favore questa iniziativa e ci auguriamo che attraverso maggiori sinergie si possa far crescere il mercato dei viaggi outgoing e incoming, fonte di ricchezza e sviluppo per entrambi i Paesi”. Per quanto riguarda invece Inter-care, prima fiera dedicata al turismo medico, Astoi è stata anche tra gli enti patrocinanti. L’occasione era in effetti importante: prima volta in Italia in cui il mondo sanitario e quello turistico si confrontano. Con prospettive interessanti: il settore turistico abbinato a quello della salute è in forte espansione in tutto il mondo – le previsioni per il 2018 parlano di 150 miliardi di dollari di fatturato – ed è in grado di produrre nuove opportunità economiche, in quanto genera una domanda che non vede stagionalità  e che permette di costruire una nuova offerta medico-turistica dedicata ai pazienti e ai propri familiari. Dai dati forniti, sul fronte dell’outgoing si stimano circa più di 350.000 italiani all’anno che si recano all’estero per cure mediche (dentistiche, fecondazione artificiale, chirurgia estetica) e alcuni Paesi, come Croazia, Spagna, Thailandia, Messico o Turchia, hanno già investito molto sullo sviluppo di questo importante segmento. Nardo Filippetti ha partecipato in veste di relatore ed ha commentato in proposito: “Siamo ampiamente disponibili a dialogare con questo nuovo mondo, a capirne i bisogni e a studiare un’offerta dedicata, mettendo in campo la professionalità e il know how che ci contraddistingue. Per i tour operator destagionalizzazione, diversificazione dell’offerta e integrazione, rappresentano oggi dei “must”, ossia degli step obbligatori per far crescere le quote di mercato e, pertanto, il comparto guarda con molto interesse al turismo medicale, proprio perché consente di attuare strategie finora non facilmente perseguibili. Il servizio che i tour operator sono in grado di offrire è indicato per questo tipo di clienti che hanno bisogno di affrontare un viaggio senza alcuna preoccupazione, con la tranquillità di sapere che, in caso di disagi o criticità, ci sarà un interlocutore che risolverà ogni aspetto pratico”.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Istituzioni ed enti del turismoNewsTour operatorTour operator e Agenzie viaggiAstoiConfindustria ViaggiNardo Filippetti

Il mare di Puglia la meta top per le vacanze delle famiglie italiane

Il mare di Puglia la meta top per le vacanze delle famiglie italiane

Secondo Bimboinviaggio.com quest’estate il mare della Puglia sarà il preferito dalle famiglie italiane. Che per il 2°anno consecutivo spendono di più e allungano la durata del soggiorno. L’Osservatorio del portale di prenotazione hotel per famiglie ha comparato previsioni e trend degli ultimi mesi, e ha scoperto che se lo scorso anno il numero dei viaggi con almeno una notte fuori ha superato i 66 milioni, tra i prossimi giugno e settembre è destinato a salire fino a 70 milioni (dati Istat marzo 2017). Le aspettative sono ancora più ottimistiche per italiani.coop, curato dall’Ufficio Studi Coop, che prevede un +10% sull’anno precedente. Il trend in ascesa è poi confermato dalla Banca d’Italia (maggio 2017), che piazza una serie di segni positivi davanti ai consumi dei turisti italiani, della spesa dei visitatori stranieri in Italia e della bilancia dei pagamenti del turismo. Sia le vacanze brevi, fino a 3 notti, sia da 4 pernottamenti in su, registrano percentuali più alte rispetto allo scorso anno. E quanto a destinazioni, dopo la Puglia le più prenotate sono le località balneari di Emilia Romagna, Sicilia e Liguria. In montagna poi si prevede un’ottima affluenza in Trentino, ed è confermata la tendenza in crescita degli agriturismi di campagna. Tra l’80 e il 90% degli italiani sceglierà mete nazionali, ma chi deciderà di spostarsi all’estero punterà su Spagna, con Valencia la preferita, e su Francia, con Nantes che scala le posizioni nella classifica delle più desiderate. Fuori dall’Europa vincono gli USA, con New York in testa. Rilevazioni confermate anche da italiani.coop, che però aggiunge le isole caraibiche, le Maldive e la Polinesia tra le destinazioni top. Ma qual è la sistemazione preferita per le vacanze 2017? L’indagine dell’Ufficio Studi Coop scopre che il 63% degli italiani, soprattutto tra le famiglie nelle fascie di età tra i 36 e i 55 anni, e tra i 56 e i 65 anni, preferisce il soggiorno in hotel. Per 4 su 10 la vacanza estiva passerà invece tra abitazioni di proprietà, case di amici o parenti, o no frills, tra appartamenti in affitto, stanza, camper o tenda. E se il 52% degli italiani ha già prenotato, o lo farà a breve, lo farà soprattutto online.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Analisi e StudiApp e siti webDestinazioniMondoNewsOnline travel e TecnologiaOsservatoribambiniBimboinviaggio.comfamigliepugliaSpagnaUfficio Studi CoopUsa

Air Astana amplia la programmazione estiva

Air Astana amplia la programmazione estiva

Air Astana annuncia l’ampliamento della programmazione estiva, e si focalizza sull’aumento del traffico nell’hub di Astana. Air Astana attualmente offre circa 400 voli a settimana da e per Astana. I passeggeri in transito da Astana rappresentano attualmente il 10% del business della compagnia di bandiera kazaka. Ma con l’apertura di un nuovo terminal, prevista per l’estate 2017, proprio in tempo per accogliere il flusso dei visitatori di Astana EXPO 2017, la capacità esistente dello scalo verrà raddoppiata a 8 milioni di passeggeri all’anno. Il nuovo terminal rafforzerà infatti il posizionamento dell’aeroporto di Astana come hub di riferimento della compagnia per l’Asia centrale, un’area dal bacino di utenza di 250 milioni di persone. L’incremento della programmazione estiva permetterà quindi di migliorare il network in Asia, Asia centrale, Caucaso, Cina, Europa e Russia. In particolare, la nuova programmazione della compagnia prevede un incremento del numero di voli da Astana a Pechino (4) e Urumqi (6), in Cina, e poi a Istanbul (4), Londra (5), Novosibirsk (7), Omsk (5), San Pietroburgo (7), e Yekaterinburg (7), in Russia, e ancora verso Tashkent (3), in Uzbekistan, e Tbilisi, in Georgia (4). La compagnia di bandiera del Kazakistan opera attualmente su oltre 60 rotte nazionali e internazionali dagli hub di Astana e Almaty. E dal 2 giugno 2017 ritornerà a operare da Astana anche a Kiev, in Ucraina.

Webitmag - Web in Travel Magazine

NewsTrasportiTrasporti aereiAir AstanaAstanaExpo Astana

Hrs, Marco D’Ilario è il nuovo Managing Director Italy, Spain, Portugal and Middle East

Hrs, Marco D’Ilario è il nuovo Managing Director Italy, Spain, Portugal and Middle East

HRS Group, global hotel solutions provider leader per i viaggi d’affari, nomina di Marco D’Ilario quale nuovo Managing Director Italy, Spain, Portugal and Middle East. D’Ilario sarà responsabile, oltre che per il mercato italiano, anche per Spagna, Portogallo, Turchia, Svizzera Italiana, Malta e Medio Oriente. Marco D’Ilario, dal 2016 ricopre il ruolo di Managing Director HRS Italia dove era approdato nel 2014 in qualità di Director of Sales and Account Management. Laureato in Economia e Commercio presso l’Università LUISS Guido Carli di Roma, vanta un’esperienza ventennale nell’ambito del turismo e del trasporto avendo ricoperto ruoli di responsabilità crescente all’interno del gruppo Alitalia in qualità di Senior Director of Sales USA e Messico, Vice President international Sales and Operations Cargo e Vice President of Sales Italy. “Considero estremamente stimolante seguire lo sviluppo tecnologico del settore dei viaggi in Paesi così aperti all’innovazione e alla digitalizzazione. In Spagna e Portogallo lanceremo a giugno meetago powered by HRS, e  Conichi, HRS Intelligent Sourcing – basato sulla nostra piattaforma online che attraverso il benchmark su 30 milioni di roomnight permette di ottimizzare il procurement alberghiero – e la suite di soluzioni di pagamento HRS con carte di credito virtuali sia per viaggi d’affari singoli che per M&G. In tutti i Paesi rimane centrale il nostro approccio multicanale con le integrazioni già sviluppate con OBT e GDS e le partnership strategiche con le principali e più innovative TMC, permettendo a tutte le aziende multinazionali di avere un approccio globale al travel; allo stesso tempo hotel smart e digitali potranno attirare anche il traffico business internazionale” afferma D’Ilario.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Corporate travelDestinazioniEconomiaMice e Business travelNewsOfferte di lavoro e nomineHRSmarco d'ilarionomine

Delta, dal 2 giugno tornano i voli stagionali nonstop da Milano e Venezia per Atlanta

Delta, dal 2 giugno tornano i voli stagionali nonstop da Milano e Venezia per Atlanta

Dal 2 giugno Delta Air Lines riprende i voli giornalieri stagionali nonstop da Milano e Venezia per Atlanta, così come il secondo servizio giornaliero da Roma per la stessa città, hub del vettore statunitense. Tutti i collegamenti saranno serviti con aeromobili B767-400. I voli stagionali per l’estate 2017 – che comprendono anche il Venezia – New York e il Roma-Detroit – si aggiungono ai collegamenti da Roma per New York e Atlanta e da Milano per New York, operati lungo tutto il corso dell’anno. Tutti i voli Delta dall’Italia sono dotati di wi-fi a bordo “Durante il picco della stagione estiva la nostra compagnia opererà fino a otto voli giornalieri diretti fra l’Italia e gli Stati Uniti, tutti in codeshare con i partner di joint venture Alitalia ed Air France – KLM” ha detto Patrizia Ribaga, Direttore Commerciale Delta per l’Italia. “I collegamenti permettono poi ai passeggeri di proseguire il viaggio con un volo in coincidenza verso oltre 200 destinazioni in tutti gli Stati Uniti, incluse città come Los Angeles, San Francisco, Las Vegas e Miami, mete particolarmente amate dai viaggiatori italiani”.

Webitmag - Web in Travel Magazine

NewsTrasportiTrasporti aereiAtlantaDelta Air LinesMilanoPatrizia Ribaga

ARTin, con la nuova app il bello d’Italia è sullo smartphone

ARTin, con la nuova app il bello d’Italia è sullo smartphone

Arriva ARTin, la nuova app che racconta le meraviglie artistiche del Bel Paese. L’idea nasce dalla passione per l’arte e dal coinvolgimento di un team di professionisti, tra cui critici d’arte, storici e architetti, che raccontano in modo divulgativo, ma approfondito, i capolavori delle principali città d’Italia. ARTin è una guida audio e video utilizzabile anche off‐line. Tramite la funzionalità gps dello smartphone aiuta gli utenti a conoscere i luoghi d’arte, seguendo itinerari creati ad hoc delle città italiane, dai più classici a quelli meno noti. Come, ad esempio, i 16 itinerari proposti per scoprire la Venezia meno battuta dal turismo di massa, ma non meno preziosa e affascinante.ARTin non è solo una guida, quindi, perché contiene 400 pagine di contenuto originale e più di 20 ore di commento audio in inglese e italiano interpretato da attori professionisti, oltre a brevi video dedicati a interviste con i critici. Le immagini delle opere d’arte locali sono quindi accompagnate da una voce che racconta, e svela, i segreti del patrimonio artistico e culturale italiano, seguendo itinerari e video dedicati. E per vivere completamente l’esperienza di ogni singola città, sono stati selezionati ristoranti, bar e alberghi, che per fascino e servizi, rispecchiano i valori e le necessità del viaggiatore contemporaneo, Prima tappa di ARTin è Venezia, per poi continuare con le altre città d’arte italiane. Insomma, ARTin è una sorta di lampada di Aladino da cui l’utente può “far uscire” un critico d’arte personale. Magari di fronte a Palazzo Ducale, o alla Basilica dei Frari, davanti alle opere di Tiziano, Tintoretto, o Canova.

Webitmag - Web in Travel Magazine

App e siti webArte e CulturaDestinazioniItaliaLeisureNewsOnline travel e TecnologiaAppArteArtInVenezia

Hotel Rewind, la riqualificazione alberghiera va in tour

Hotel Rewind, la riqualificazione alberghiera va in tour

Hotel Rewind porta in tour la riqualificazione alberghiera. Si tratta di un forum itinerante, un evento formativo dedicato al recupero del patrimonio alberghiero italiano, dedicato in particolare, a proprietari e direttori di hotel, catene alberghiere, villaggi, consorzi, associazioni di albergatori, costruttori, architetti e ingegneri che lavorano nel mondo degli hotel. Hotel Rewind è promosso da Hotel Volver e Agorà Activites, e oltre alla riqualificazione alberghiera, affronterà temi quali il posizionamento delle strutture sul mercato, brand reputation, innovazione e nuove tecnologie, energia da fonti rinnovabili, finanza e agevolazioni, architettura e nuovi concept di interior design, comfort acustico e termo igrometrico, qualità dell’aria, luce artificiale e naturale, domotica, sicurezza e nuovi modelli di competitività alberghiera. Le giornate evento sono strutturate come momenti formativi di valore culturale, ideati per promuovere il confronto e l’incontro fra albergatori ed esperti impegnati nel processo di cambiamento, o rinnovamento, delle strutture alberghiere. L’obiettivo è quello di rendere le strutture ricettive più competitive nel mercato domestico e internazionale. Il primo appuntamento di Hotel Rewind è per il 6 giugno a Milano, presso l’hotel Enterprise, a cui seguiranno Firenze, Rimini, Venezia, Roma, per approdare nel 2018 a Torino, Bologna, e Matera. Tra i partner e i sostenitori della manifestazione, Best Western, Travel Appeal, Smart Design Hotel, Caberlon Caroppi, Media Hotel Radio, Master Meeting, Tutto Turismo, Job in Tourism, Assolombarda, Federalberghi Firenze.

Webitmag - Web in Travel Magazine

AppuntamentiCatene e alberghiCorsi e WebinarNewsSettore Ricettivo e OspitalitàHotel VolverHotrel RewindMilanoriqualificazione alberghiera

Computer in tilt, British Airways rischia risarcimenti per 170 milioni

Computer in tilt, British Airways rischia risarcimenti per 170 milioni

Il blocco dei voli, causato sabato da un black out dei suoi sistemi informatici, rischia di costare carissimo a British Airways.  Il vettore britannico potrebbe infatti dover pagare circa 150 milioni di sterline (170 milioni di euro) in risarcimenti ai propri passeggeri dopo la cancellazione di tutti i voli per un’intera giornata. Come riporta l’Ansa, è la stima fatta da alcuni esperti citati dai media britannici, che hanno calcolato una richiesta di compenso per ognuno dei 300 mila clienti coinvolti intorno alle 300 sterline, alle quali però si devono aggiungere i costi di vitto e alloggio sostenuti. Incalcolabile, invece, il danno di immagine che la compagnia britannica ha subito. Nel frattempo, il Ceo di British Airways, Alex Cruz, si è scusato in un video, affermando che tutto questo è stato “orribile” per i passeggeri.

Webitmag - Web in Travel Magazine

NewsTrasportiTrasporti aereiBritish Airwayssistemi informaticitilt

Usa, possibile bando ai laptop su tutti i voli internazionali

Usa, possibile bando ai laptop su tutti i voli internazionali

Gli Stati Uniti stanno valutando un divieto per i laptop su tutti i voli internazionali. Lo afferma il segretario alla sicurezza nazionale, John Kelly, spiegando che una tale misura alzerebbe lo standard per la sicurezza nell’aviazione in generale. Kelly riferisce di ”minacce sofisticate” con i laptop, e di ”un’ossessione” da parte dei terroristi con gli aerei americani.

Webitmag - Web in Travel Magazine

DestinazioniMondoNewsTrasportiTrasporti aereibandolaptopStati UnitiUsa

Assaeroporti, ad aprile traffico in crescita del 10,4%

Assaeroporti, ad aprile traffico in crescita del 10,4%

Boom di passeggeri negli aeroporti italiani ad aprile. Secondo Assaeroporti, nel mese passato sono transitati negli scali italiani 14.522.632 passeggeri, con un incremento del 10,4% rispetto allo stesso mese del 2016. Nel complesso dei primi quattro mesi dell’anno, i passeggeri sono cresciuti del 6,6% sfiorando i 45 milioni. Nel solo mese di aprile i movimenti di aeromobili registrano una crescita del 4,4%. Per quanto riguarda Aeroporti di Roma, il principale sistema aeroportuale italiano, il totale dei passeggeri transitati nei due scali della capitale è stato di circa 4 milioni (+2,7%); con Fiumicino a circa 3,5 milioni di passeggeri (+2%). Il primo quadrimestre si chiude per Adr con un aumento dei flussi dell’1,7%.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Analisi e StudiDestinazioniItaliaNewsOsservatoriTrasportiTrasporti aereiaprileAssaeroporti

Le Marche puntano sul turismo di charme per ripartire

Le Marche puntano sul turismo di charme per ripartire

Per ripartire alla grande dopo il terremoto, le Marche puntano sul turismo di charme, un segmento che a sua volta punta sulla regione ritenuta in grado di offrire quello oggi è l’equivalente del lusso, non l’opulenza, ma l’autenticità, la genuinità, l’ospitalità. Ecco le basi di un protocollo siglato alla Bit dalla Regione Marche e dal network internazionale Cnt (Charming Travel Network) che raccoglie 12 operatori qualificati, in prevalenza del nord Europa, ma non solo, specializzati nell’offerta di esperienze di viaggio e mete insolite. In questi giorni, riporta l’Ansa, i soci tengono la loro convention nelle Marche, con un programma fittissimo di visite alla scoperta di tutto quello che la regione può offrire: mare, monti, collina, ma anche arte, storia ed enogastronomia. “È la prima volta che la Regione stringe un accordo con una rete internazionale di operatori. Siamo impegnati al massimo per questo comparto. Abbiamo oltre 4.000 strutture ricettive, imprese di di piccole e medie dimensioni, e molto da offrire molto da offrire in termini turistici. Ci affidiamo alla vostra capacita’ di raccontare la nostra regione che sta vivendo una sorta di Rinascimento” ha affermato l’assessore alla Cultura e Turismo Moreno Pieroni.

Webitmag - Web in Travel Magazine

DestinazioniItaliaNewsbitMarcheterremototurismo

PassXTe, da Trenitalia il biglietto per viaggiare nel weekend senza limiti

PassXTe, da Trenitalia il biglietto per viaggiare nel weekend senza limiti

Un unico biglietto per viaggiare in tutto il weekend, senza limiti. È PassXte, novità di Trenitalia che a partire da 99 euro permette di spostarsi ovunque in un fine settimana, utilizzando qualsiasi treno degli oltre 7mila giornalieri in circolazione tra Frecce, Intercity e Regionali (incluse le corse di Trenord). PassXte sarà in vendita dal 1° luglio e utilizzabile dal successivo fine settimana (8/9 luglio). Per scegliere il fine settimana in cui si desidera viaggiare si avranno 120 giorni. L’attivazione avviene con l’emissione del primo viaggio, almeno due giorni prima dalla data scelta. L’itinerario di viaggio potrà essere programmato e modificato, prenotando su un qualsiasi treno del network Trenitalia. Il prezzo di PassXte varia a seconda dell’età del titolare e del servizio scelto: 99 euro in 2a classe/livello Standard e 139 euro in 1a classe/livello Business per i passeggeri di età inferiore ai 26 anni; 129 euro in 2a classe/Standard e 169 euro in 1a classe/Business per i clienti dai 26 anni e oltre. Quattro i viaggi compresi nel prezzo del pass (venti, come promozione, per i pass venduti a luglio), cinque euro il costo massimo di ulteriori viaggi, senza limiti. Per ogni viaggio è necessario il rilascio del relativo tagliando. Si può acquistare PassXTe su trenitalia.com, nelle biglietterie, nelle agenzie di viaggio abilitate, in quelle self service o chiamando il call center.

Webitmag - Web in Travel Magazine

DestinazioniItaliaNewsTrasportiTrasporti su strada e su rotaiaPassXTeTrenitaliaweekend

Tour di degustazioni da Iseo alle cantine della Franciacorta, ma in bus! 

Tour di degustazioni da Iseo alle cantine della Franciacorta, ma in bus! 

A giugno le cantine franciacortine, quelle sulla celebre Strada, si scoprono in bus. Una formula di tour facile e comoda, che porta dal lago d’Iseo alla Franciacorta, per dar modo agli ospiti delle località lacustri di conoscere come nasce il prezioso Franciacorta, visitandone le cantine e partecipando a degustazioni guidate. I tour in bus con tappa in cantina prenderanno il via il 2 giugno e sono programmati tutti i venerdì, sabato e domenica di giugno, tranne il 17 e 18 dato che le aziende vitivinicole saranno impegnate con il Festival Franciacorta d’Estate. Il venerdì e il sabato si terranno nel pomeriggio (con partenza alle 15.30 e ritorno alle 19.00) e la domenica anche la mattina, con partenza alle 10.30 e rientro alle 13.30. Ogni tour include la sosta in 2 cantine con visita guidata e degustazione di Franciacorta. Ad idearli è la Strada del Franciacorta, che intende offrire un nuovo servizio ai turisti italiani e stranieri del Sebino, invogliandoli nel contempo a visitare la Franciacorta. Il trasferimento in bus fino alle cantine è gratuito, mentre le degustazioni vanno pagate direttamente in loco: il costo varia dai 6 euro ai 25 euro. Punto di partenza e di arrivo del bus è Iseo (via Gorzoni, nei pressi della fermata dei bus di linea). Le prenotazioni si effettuano on-line sul sito dedicato , dove si può consultare il calendario dei tour.

Webitmag - Web in Travel Magazine

DestinazioniEnogastronomiaItaliaLeisureNewsbuscantineFranciacortaIseoStrada del Franciacorta

Torna la norma anti-Flixbus, con scadenza a ottobre

Torna la norma anti-Flixbus, con scadenza a ottobre

Come anticipato alcuni giorni fa, la Commissione Bilancio alla Camera ha approvato un emendamento, firmato dalla deputata pugliese del PD Liliana Ventricelli, che ripristina la norma anti-FlixBus approvata nel Milleproroghe, ma stavolta con scadenza ad ottobre per adeguarsi alla normativa. Per non chiudere società come Flixbus dovrebbero in pratica dotarsi di mezzi di proprietà anziché affidare il trasporto ad altre aziende. E’ dunque ritornata in auge la norma che proprio il Governo aveva cancellato inserendola nel decreto legge della “manovrina” correttiva, a seguito di pareri netti e contrari di Antitrust e ART, oltre che di una petizione salva-FlixBus firmata da oltre 60mila persone. Ora che il decreto è in fase di conversione in legge in Parlamento rischia invece di ritorcersi contro Flixbus e le altre piattaforme di bus online se verrà approvata con la formulazione attuale. Non si fa attendere la presa di posizione della società, con Andrea Incondi, country manager di Flixbus Italia: “Non conta rispettare le regole, creare posti di lavoro, offrire un servizio di qualità: siamo esterrefatti nel constatare che in questo paese si continuano a cambiare le leggi a colpi di emendamenti una volta al mese. Se ci fosse davvero la volontà di garantire la certezza del diritto si dovrebbe affrontare la questione una volta per tutte, ricorrendo a norme stabili o riforme di sistema organiche, come avviene nel resto d’Europa. Ora l’aula del Parlamento non confermi questo nuovo attacco alla libera concorrenza”. “Chiediamo a Matteo Renzi di interessarsi alla questione e aprire il PD all’innovazione per non trovarsi ad applicare normative uniche in Europa per conservatorismo, che penalizzano soprattutto i più giovani e le fasce più deboli” aggiunge Incondi. “Oggi è un brutto giorno per chi si era impegnato a difendere la concorrenza, per l’Antitrust, per le migliaia di firmatari della petizione salva-FlixBus, per i milioni di passeggeri che hanno scelto di viaggiare con noi”.

Webitmag - Web in Travel Magazine

FeaturedLeggi e FiscoNewsTrasportiTrasporti su strada e su rotaiaFlixbus

Semaforo verde per Uber: il tribunale di Roma revoca il blocco

Semaforo verde per Uber: il tribunale di Roma revoca il blocco

In seguito al ricorso presentato da Uber, il tribunale di Roma ha revocato l’ordinanza con cui il 7 aprile scorso aveva deliberato la sospensione su tutto il territorio nazionale del servizio di autista con conducente Uber Black. La decisione avrebbe estromesso Uber dal mercato italiano dopo che due anni fa il tribunale di Torino aveva dichiarato illegale il servizio di car sharing Uber Pop, sentenza che resta tuttora valida. Il Tribunale di Roma, spiega l’Ansa, “ha ritenuto di dare attuazione alla decisione del Parlamento di sospendere sino al 31 dicembre prossimo alcune norme della legge nazionale che disciplina il settore taxi e noleggio con conducente, sospensione che era stata introdotta nella legge di conversione del decreto Milleproroghe con il cosiddetto emendamento Lanzillotta e che aveva scatenato le proteste dei tassisti dello scorso febbraio” In una nota stampa Uber ha dichiarato: “Siamo davvero felici di poter annunciare a tutte le persone e agli oltre mille autisti partner di Uber che potranno continuare ad utilizzare la nostra applicazione in Italia. Ora più che mai è forte l’esigenza di aggiornare la normativa datata ancora in vigore, così da consentire alle nuove tecnologie di migliorare la vita dei cittadini e la mobilità delle città”

Webitmag - Web in Travel Magazine

FeaturedInnovazioni e startupNewsOnline travel e TecnologiaTrasportiTrasporti su strada e su rotaiaUber

L’Enac convoca Volotea per spiegare i disservizi del 21 maggio sul Napoli – Verona e sul Verona – Catania

L’Enac convoca Volotea per spiegare i disservizi del 21 maggio sul Napoli – Verona e sul Verona – Catania

A seguito di segnalazioni ricevute dagli aeroporti di Verona e Napoli in merito a disservizi che il 21 maggio si sarebbero verificati sulle tratte Napoli-Verona e Verona-Catania, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ha convocato il vettore Volotea per giovedì 1° giugno presso la Direzione Generale dell’Ente. L’incontro è finalizzato a verificare l’avvenuta applicazione di quanto stabilito dal Regolamento europeo, n. 261 del 2004, che tutela gli utenti del trasporto aereo in caso di ritardi, cancellazioni, overbooking e mancata informativa ai passeggeri coinvolti. L’Ente intende esaminare inoltre le misure che la compagnia intende adottare nei prossimi mesi in vista del picco di richieste estivo A tal fine, l’ENAC ha richiesto a Volotea di presentare una dettagliata documentazione utile a valutare il network, gli aeromobili impiegati, gli aeromobili di riserva e gli equipaggi a disposizione così da individuare preventivamente le eventuali azioni correttive da intraprendere per evitare il ripetersi di disservizi e disagi per i passeggeri.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Enti turistici nazionali ed internazionaliNewsTrasportiTrasporti aereiEnacVolotea

Kayak.it: il 43% degli italiani usa i chatbot per pianificare i viaggi

Kayak.it: il 43% degli italiani usa i chatbot per pianificare i viaggi

Secondo il Mobile Travel Report 2017 di Kayak.it il 43% degli italiani usa i chatbot per pianificare i viaggi. L’indagine del motore di ricerca scopre infatti che anche in Italia il fenomeno è in crescita. I software che imitano le conversazioni tra esseri umani (e rispondono alle domande tramite programmi di messaggistica come Facebook Messenger), sono infatti conosciuti dal 58% degli intervistati e utilizzati dal 43%. Soprattutto dai ragazzi tra i 18 e i 24 anni (66%), un po’ meno dagli utenti di età compresa tra i 25 e i 34 anni (61%). L’indagine individua inoltre che gli ambiti in cui i chatbot sono maggiormente utilizzati sono lo shopping online e le interazioni con il servizio clienti (entrambi 49%), seguiti dal settore viaggi (42%). Più della metà (54%) sostiene che il principale vantaggio dei chatbot sia la loro accessibilità 24h, 7 giorni su 7, oltre alla possibilità di ottenere informazioni e risposte più velocemente (46%). Il 26% degli intervistati li considera più affidabili delle persone, ma il 37% teme che il software non comprenda le domande che gli vengono rivolte, e a preoccupare il 27% degli italiani sono i possibili rischi connessi alla sicurezza. Ma dove va in vacanza chi prenota con dispositivi mobili? Dal Mobile Travel Report 2017 emerge che Londra è la più gettonata da chi cerca voli e hotel via smartphone e New York da chi usa il computer. Amata da entrambi anche Amsterdam, mentre Barcellona spopola tra i possessori di dispositivi Android. Le strutture preferite? Gli hotel 4 stelle (40%), seguiti dai 3 stelle (31%). I mesi più gettonati per le partenze? Agosto, dicembre e luglio, ma anche ottobre, considerato un buon momento per partire soprattutto dagli utenti mobile. Chi pianifica i propri viaggi da pc preferisce invece partire a giugno. La spesa media per voli e hotel si aggira intorno ai 300 euro, e per il volo a/r si spendono in media tra 191 e 256 euro (desktop vs iOS). Chi prenota via smartphone spende però circa il 20% in più rispetto a chi utilizza il pc. E per la prenotazione dell’hotel ci si muove in media 4 settimane prima della partenza, contro il 1 mese e mezzo (circa) necessari a prenotare il posto in aereo.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Analisi e StudiFeaturedNewsOnline travel e TecnologiaStudichatbotKayak.itpianificare i viaggi