Ultime news sul turismo

Meliá Hotels International sbarca in Brasile con il Gran Meliá Nacional Rio

Meliá Hotels International sbarca il Brasile con l’apertura, prevista a marzo, del Gran Meliá Nacional Rio, il primo hotel della collezione Gran Meliá Hotels & Resorts nel Paese sudamericano. L’hotel, che si trova nel quartiere più esclusivo di Rio de Janeiro, São Conrado, è il risultato di un’accurata ristrutturazione del celebre Hotel Nacional, che riapre conservando l’antico splendore e i dettagli originali. Nei suoi anni d’oro, tra il 1970 e il 1980, l’Hotel Nacional fu il punto di ritrovo delle celebrities di tutto il mondo. Tra i primati della struttura, anche la sua ricchezza in termini di opere d’arte moderna e i bellissimi giardini di Burle Marx, l’architetto che ha introdotto in Brasile la moderna architettura del paesaggio. Il Gran Meliá Nacional Rio offre 413 camere e suite, tra cui due Presidential Suite ed Executive Suite. Il design circolare, la facciata di vetro e le aree comuni enfatizzano la vista panoramica sulla città. L’hotel offre due ristoranti: il Sereia, specializzato in cucina Mediterranea con influenze spagnole, e, al 32esimo piano, un signature restaurant, che proporrà piatti d’avanguardia dello chef Felipe Bronze. A disposizione degli ospiti anche tre bar, di cui uno con vista a 360° sulla città, la prima Spa by Clarins in America Latina e una pista d’atterraggio per elicotteri all’ultimo piano. Non manca, infine, l’esclusivo servizio RedLevel, l’esperienza di alto livello del brand Gran Meliá. Disponibile da aprile 2017, garantirà un servizio personalizzato e l’accesso a spazi privilegiati.

Catene e alberghiNewsSettore RicettivoBrasileGran Meliá Nacional RioMeliá Hotels International

Etihad: “impegnata nell’inversione di rotta di Alitalia”. A lungo termine

Etihad Airways dichiara di essere impegnata nella sua strategia con Alitalia di cui è un partner di lungo termine. Lo riporta l’agenzia Reuters. “Etihad Aviation Group e il governo di Abu Dhabi – nostro azionista – sono entrambi impegnati nell’inversione di rotta di Alitalia”, dice l’AD del vettore emiratino, James Hogan, in una nota, che riporta il suo intervento a una conferenza globale sull’aviazione. “Abbiamo recentemente iniettato 100 milioni di euro di capitale nella compagnia aerea italiana, oltre ad aver convertito obbligazioni in strumenti semi-equity”, aggiunge. “Questo dimostra l’impegno di Etihad Airways nei confronti di Alitalia, e inoltre conferma, credo, il fatto che Alitalia è un partner a lungo termine di Abu Dhabi”. “Ma voglio essere chiaro: sarà il management di Alitalia a definire e consegnare il piano industriale, che porterà la compagnia aerea verso il ritorno all’utile”, conclude Hogan.  

EconomiaFinanzaNewsTrasportiTrasporti aereiAlitaliaEtihad AirwaysJames Hogan

W Hotels, debutto glamour a Budapest

W Hotels Worldwide, marchio ora di Marriott International, sbarca in Ungheria, e fa il suo debutto glamour a Budapest. W Budapest. il nuovo hotel del brand, rivoluziona l’immagine dello storico Palazzo Drechsler, e porta nella cosmopolita capitale ungherese il design visionario, il lusso giocoso e il servizio Whatever/Whenever del marchio W. Situato in una posizione ideale sulla Andrassy Avenue, patrimonio UNESCO, l’albergo, la cui apertura è prevista per il 2020, si affaccerà sulla più elegante via dello shopping di Budapest, proprio di fronte al Teatro dell’Opera. Dopo un completo intervento di rinnovamento W Budapest metterà a disposizione degli ospiti 162 eleganti camere e suite, tra cui una Extreme WOW suite, l’interpretazione di W della Suite Presidenziale. L’albergo includerà anche un ristorante e un destination bar, e l’elegante W Living Room, l’evoluzione della hall tradizionale secondo il brand. Saranno poi disponibili tre sale riunioni e spazi per eventi, oltre alla Away Spa, il centro fitness FIT e la piscina WET. W Budapest nasce dall’accordo di W Hotels Worldwide con QPR Properties Kft, del gruppo lussemburghese Constellation Hotels Holding. “La realizzazione di questo splendido hotel a Budapest – spiega Carlton Ervin, Chief Development Officer di Marriott International per l’Europa – risponde alla crescente domanda dei viaggiatori nel settore del lusso, e rafforza l’impegno di crescita del portafoglio nella regione da parte del brand”.

Catene e alberghiHotel di lussoNewsSettore RicettivoBudapestMarriott InternationalW Hotels

Aniasa, Andrea Cardinali nuovo presidente

Andrea Cardinali è il nuovo presidente di Aniasa, l’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici, che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità. Cardinali, presidente e amministratore delegato della società di noleggio a lungo termine Alphabet Italia,  succede a Fabrizio Ruggiero con un incarico quadriennale che si concluderà nel 2020. Perugino di nascita e romano di adozione, Cardinali è un ingegnere con studi umanistici ed esperienze professionali in Hertz e in ING Car Lease in Italia. “La sfida principale per un’associazione che ha da poco celebrato il primo mezzo secolo di vita – ha dichiarato Cardinali – è tenere il passo con i cambiamenti epocali in corso nell’era della rivoluzione digitale. La parola d’ordine è dunque, obbligatoriamente, modernizzazione. Obiettivo primario del mio mandato sarà ampliare la base associativa, in senso non solo verticale ma anche orizzontale, superando le barriere tradizionali per attrarre operatori legati sia alla mobilità più classica che a quella più innovativa, mantenendo però la coesione interna della compagine”.

NewsOfferte di lavoro e nomineTrasportiTrasporti su strada e su rotaiaAndrea Cardinalianiasalavoronomine

Amadeus: rinnovata fino al 2025 la collaborazione fra Ryanair e Navitaire

Ryanair rinnova fino al 2025 la collaborazione con Navitaire, società acquisita lo scorso anno da Amadeus IT Group. L’accordo prevede l’utilizzo da parte di Ryanair dell’innovativa soluzione di prenotazione e di servizi accessori di Navitaire, che comprende piattaforme digitali per il merchandising, la distribuzione e il controllo delle partenze. “Così come Ryanair ha ridefinito e trasformato i viaggi low-cost, la nostra piattaforma New Skies è stata concepita per innovare i sistemi tradizionali di servizi al passeggero – afferma David P. Evans, CEO di Navitaire -. Oggi il nostro obiettivo è aiutarli a raggiungere l’obiettivo dei 200 milioni di passeggeri entro il 2024″. Navitaire fornisce soluzioni tecnologiche e commerciali all’industria del trasporto aereo, servendo oltre 50 delle principali compagnie low-cost e ibride in tutto il mondo. Il suo sistema di prenotazione New Skies è una piattaforma digitale di e-commerce che offre funzionalità per la vendita al dettaglio, l’analisi e la proposta di soluzioni personalizzate per i passeggeri. Fin dal suo debutto sul mercato 17 anni fa Ryanair si è affidata alle soluzioni modulari di Navitaire per supportare la sua crescita e mantenere la posizione di struttura con i costi operativi più bassi del settore, mantenendo il profilo di compagnia aerea ad alta redditività. L’accordo tra Ryanair e Navitaire supporta quindi i piani di sviluppo della compagnia aerea, nonché il programma Always Getting Better, volto a garantire un continuo miglioramento dell’esperienza del cliente. “Si tratta di un rinnovato accordo importante e strategico per Ryanair, per il Gruppo Amadeus e per Navitaire, che ha accompagnato e contribuito negli anni alla grande crescita della compagnia low cost”, commenta Francesca Benati, AD e DG di Amadeus Italia. Dal 2015, anno dell’acquisizione di Navitaire da parte di Amadeus, la piattaforma Navitaire si è aggiunta ad Altéa di Amadeus, e insieme ora servono 170 vettori low cost e ibridi. A oggi Amadeus rende l’80% dei posti complessivi disponibile sulla sua piattaforma, e nella prima metà del 2016 le prenotazioni sul sistema Amadeus sono aumentate del 17% rispetto all’anno precedente.

GDS e sistemi di distribuzioneNewsOnline travel e TecnologiaTrasportiTrasporti aereiAmadeusFrancesca BenatiNavitaireRyanair

Eurowings scommette sulla Puglia con nuovi voli su Brindisi

Eurowings annuncia nuovi voli da Brindisi per Monaco e Vienna, che dalla primavera andranno ad aggiungersi a quelli per Amburgo, Colonia e Stoccarda. I nuovi voli sono già in vendita e prenderanno il via il 9 aprile (Monaco) e il 2 maggio (Vienna), per concludersi a fine ottobre. Grazie ai nuovi collegamenti, per il mercato tedesco e austriaco, tra i più importanti per la regione, sarà ancora più facile raggiungere la Puglia. Al via con la bella stagione (ne abbiamo scritto qui) anche i voli per le due nuove destinazioni di lungo raggio di Eurowings: la capitale della Namibia Windhoek e Montego Bay, in Giamaica. Grazie alle new entry, le destinazioni a lungo raggio servite dalla low cost del gruppo Lufthansa, arrivano a quota 13, tutte con partenza dall’aeroporto di Colonia/Bonn.

NewsTrasportiTrasporti aereibrindisiEurowingspuglia

In luna di miele dopo i 60 anni: un mercato in crescita. Ecco l’identikit del viaggiatore senior

Ci sono due segmenti del mercato del turismo che resistono bene alla crisi: quello dei viaggi di nozze, ai quali le coppie non rinunciano e che anzi soppiantano sempre più la classica lista nozze, e quello del turismo senior, un segmento molto più giramondo rispetto alle generazioni passate e che rientra spesso nelle categorie alto spendenti. La novità è che oggi questi due mondi si incontrano: «In generale ci si sposa sempre più tardi e aumenta il numero di seconde nozze, che secondo l’Istat rappresentano il 17% dei matrimoni celebrati nel 2015. In caso di seconde nozze gli uomini hanno in media 53 anni se sono divorziati e 69 se sono vedovi, mentre le donne alle seconde nozze hanno, mediamente, 46 anni se divorziate e 54 anni se vedove. Non è più un tabù celebrare il secondo matrimonio con i festeggiamenti di rito, viaggio di nozze compreso. Per noi le lune di miele con coppie over 60 rappresentano un mercato in crescita» spiega Gianpaolo Romano, amministratore delegato di CartOrange. Romano traccia un identikit degli sposi senior: “Hanno budget alti e grande disponibilità di tempo: se hanno già concluso la propria carriera lavorativa, a volte si concedono viaggi di un mese, o addirittura due, anche in bassa stagione. Inoltre, spesso sono persone che hanno già viaggiato molto nella vita, quindi hanno le idee chiare su ciò che vogliono” “I viaggiatori senior chiedono elevato comfort, perciò prediligono strutture di alto livello –prosegue Romano– Se possono contare sulla buona salute, non rinunciano davvero a nulla: escursioni, sport, immersioni. Desiderano seguire le proprie passioni e sono curiosi, vogliono provare esperienze nuove” Un altro stereotipo da sfatare è che i turisti over 60 siano poco tecnologici: £Al contrario, si informano molto sul web, per confrontare opinioni e prepararsi sulle destinazioni. Sono molto “social” e durante la luna di miele condividono tantissime foto con gli amici, quindi danno a connettività e wi-fi la stessa importanza dei millennial£. “Le destinazioni preferite dagli over 60 – conclude Romano – sono le più varie:  dai grandi classici come gli Stati Uniti, il Giappone, la Polinesia e l’Australia, fino a paesi meta di vacanze più avventurose come Sri Lanka, Oman e Cuba. La distanza è un problema per gli sposini senior, al contrario, hanno una grande voglia di scoprire il mondo ma sempre con l’accortezza di prenotare voli diretti, con orari e servizi di assistenza che siano i più confortevoli possibili”.

Agenzie viaggi e NetworkAnalisi e StudiApp e siti webFocusNewsOnline travel e TecnologiaCartOrangeturismo seniorviaggi di nozze

Ryanair pronta a volare su Crotone, no a Reggio Calabria

Mentre si prepara a dare l’addio alla tratta Lamezia Terme – Roma, che sarà dimessa alla fine del prossimo marzo, Ryanair illustra i piani di sviluppo per la Calabria. A farlo è John f. Alborante, sales & marketing manager Italia della compagnia irlandese, a Catanzaro per presentare le nuove rotte per Amburgo, Cracovia e Madrid al via dalla prossima stagione estiva. “La nostra intenzione – ha detto Alborante – è quella di continuare a volare su Crotone, appena sarà stabilita la società di gestione dello scalo, anche perché l’esperienza su Crotone è stata positiva”. Diverso il caso di Reggio Calabria, dove la compagnia rimane salda sul “no”. “La pista dello scalo reggino – ha spiegato Alborante – non ci consente di atterrare con i nostri equipaggi”. E notoriamente, per una questione di contenimento dei costi, l’addestramento dei piloti e l’utilizzo degli aerei in casa Ryanair è rigorsamente standardizzato. Infatti, “voliamo solo negli aeroporti capaci di accogliere, così com’è, la nostra flotta”.

FeaturedNewsTrasportiTrasporti aereicalabriacrotoneRyanair

Da momondo le 5 mete per un weekend in Europa a meno di 150 euro

Arriva da momondo la selezione le 5 mete in Europa per un weekend a meno di 150 euro. Il 2017 è un anno ricco di ponti e weekend lunghi, ma perché non sfruttare anche i normali fine settimana e in poche ore andare a cena in Spagna, in Germania o in Ungheria? La piattaforma di ricerca suggerisce quindi 5 destinazioni con pacchetto volo + hotel entro i 150 euro, con partenza sabato mattina e ritorno domenica sera. E la prima è Budapest, la cui bellezza è divisa dal fiume Danubio: da una parte la moderna Pest, con i negozi, i ristoranti e i locali notturni, e dall’altra la più antica Buda, di origine romana, dove sorgono alcuni tra i monumenti più noti. La capitale dell’Ungheria però è perfetta anche per un weekend di relax, grazie a un centinaio di stabilimenti termali. Seconda meta Londra, e a chi sembra una meta troppo classica momondo.it suggerisce di dedicare il weekend a un tour particolare. Come quello alla scoperta della street art e alle opere di artisti famosi, come Bansky, Stik, David Walker, Ben Wilson. Terza meta, Monaco di Baviera. Che momondo suggerisce anche a chi non ama la birra: il suo centro storico è infatti un gioiello di storia e cultura, con il palazzo reale della Residenz, il carillon di Marienplatz, l’imponente Frauenkirche e i colori del Viktualienmarkt. Tutti sanno invece che Praga, la quarta meta, offre innumerevoli attrazioni turistiche, ma non tutti immaginano che è la destinazione perfetta per trasformare il weekend in un’esperienza gastronomica. Dove assaggiare i piatti locali? momondo consiglia il ristorante Pilsner della Casa Municipale e la Degustation Bohème. I numerosi e originali negozi di Barcellona, quinta e ultima meta indicata da momondo, rendono lo shopping particolarmente esaltante. Il sito in questo caso consiglia di passare assolutamente da Barrets Obach, storico negozio di cappelli dal 1924, da Coqueta, boutique-progetto della stilista Penélope, e Madam Pum Pum, che ospita mostre di arte e offre articoli di moda alternativi per uomini e donne, completati da un’esclusiva gamma di accessori.

Booking engine e channel managerDestinazioniEuropa e MediterraneoNews5 meteEuropamomondoweekend

FS italiane, campagna acquisti in Grecia: acquisita Trainose

Questa mattina ad Atene ci sono state le firme ufficiali per l’acquisizione da parte di FS Italiane di Trainose, la società greca di trasporto ferroviario che serve anche la frequentata linea Atene – Salonicco. A firmare il documento, l’AD e Direttore Generale di FS Italiane, Renato Mazzoncini, e l’AD del fondo per gli asset della Repubblica Greca (Hellenic Republic Asset Fund – HRAF), Antonis Leousis. Nel luglio 2016, FS Italiane è stata dichiarata “preferred investor” da HRAF, che aveva accettato l’offerta economica di 45 milioni di euro. “L’acquisizione di Trainose rappresenta un’occasione di crescita e di sviluppo sia per FS Italiane, che continua così la propria espansione all’estero, sia per le ferrovie greche, che potranno contare sul know how e sull’esperienza FS – ha dichiarato Renato Mazzoncini, ad del Gruppo FS Italiane. L’operazione di oggi è in piena sintonia con quanto previsto dal Piano Industriale 2017 – 2026, che vede l’Europa come mercato domestico di riferimento e che mira a quadruplicare il fatturato proveniente da attività estere, arrivando a oltre 4 miliardi di euro nel 2026. L’acquisizione di Trainose segue di pochi giorni quella di NXET, la società UK che gestisce il servizio C2C, da Londra alle coste dell’Essex. Siamo molto orgogliosi di questi successi, che aprono la strada a ulteriori traguardi”. Il closing dell’operazione è atteso nelle prossime settimane, dopo il via libera dell’Unione Europea. Trainose è il principale operatore ferroviario in Grecia e fornisce servizi di trasporto merci e passeggeri a livello extraurbano, regionale, nazionale e internazionale, compresi servizi di logistica. Nel 2015 ha trasportato 16 milioni di persone, con 130 milioni di ricavi e un utile di 2,7 milioni: dal 2013 la società è in equilibrio economico. Trainose ha 670 dipendenti, circa 1.100 fra locomotive e convogli in leasing, fa viaggiare circa 300 treni al giorno.

EconomiaFeaturedFinanzaNewsTrasportiTrasporti su strada e su rotaiaFSGreciaRenato MazzonciniTrainoseTrenitalia

Corsica Sardinia Elba Ferries: il biglietto per le isole si paga a rate

Corsica, Elba e Sardegna a portata di click e con pagamento del biglietto in tre rate. E’ l’offerta di Corsica Sardinia Elba Ferries. La condizione per usufruire del servizio è che l’importo del biglietto sia superiore a 200 euro, che la data di partenza sia superiore ai 70 giorni e che si sia in possesso di una carta di credito. Le scadenze sono: giorno dell’acquisto con conferma della prenotazione; 30 giorni dopo la data d’acquisto; 60 giorni dopo la data d’acquisto. “Questo servizio è molto apprezzato dai nostri clienti poiché è semplice, sicuro, conveniente e senza interessi. La nostra politica commerciale è sempre orientata alla soddisfazione dei passeggeri e con questa soluzione rendiamo più conveniente l’acquisto del biglietto” commenta Raul Zanelli Bono, direttore commerciale di Corsica, Sardinia, Elba Ferries. Nel 2016 la compagnia ha trasportato oltre 3.700.000 passeggeri. La Corsica è collegata da Tolone, Nizza, Savona e Livorno; la Sardegna è collegata da Livorno, Nizza e Tolone, e in estate, da Piombino. L’isola d’Elba è collegata da Piombino e da Bastia (Corsica) nella stagione estiva.

NewsTrasportiTrasporti marittimiCorsica Elba Sardinia Ferriesrate

All’aeroporto di Milano Malpensa arriva ZzzleepandGo, minihotel direttamente al terminal

All’aeroporto di Milano Malpensa arriva ZzzleepandGo: il minihotel per riposare tra un volo e l’altro direttamente al terminal. Dopo Bergamo Orio al Serio arrivano anche nell’aeroporto varesino le cabine da 3 metri quadrati con wi fi, prese per il cellulare, un tablet per l’intrattenimento e, ovviamente, un comodo letto. Sviluppate all’interno di smart up, l’incubatore di start up dell’università Carlo Cattaneo (Liuc) di Castellanza (VA), le mini stanze di ZzzleepandGo sono state installate per la prima volta all’aeroporto di Bergamo nel giugno 2015, e nel corso del 2016 hanno ospitato 3.000 clienti. E ora, nell’area partenze del Terminal 1, prima dei controlli di sicurezza all’altezza della porta 12, sono state installate 4 nuove capsule, ma con un modello di stanza aggiornato rispetto a quelle di Orio al Serio. “Abbiamo installato un tetto apribile in automatico – spiega Alberto Porzio, co-ideatore di ZzzleepandGo – incrementato l’offerta dell’entertainment interno, oltre ad aggiungere uno scanner per i documenti”. Le cabine, utilizzabili tutto il giorno e tutti i giorni dell’anno possono essere prenotate online, in modo da assicurarsi di avere il posto garantito. Oppure si può anche effettuare il check in direttamente davanti alla mini stanza, tramite il sistema automatico di prenotazione. I prezzi a Malpensa partono da 34 ore a notte, ma sono anche previste tariffe orarie a partire da 9 euro. In questo caso la prima ora viene addebitata al momento del check-in, mentre le ore successive sono tariffate al minuto, perciò si paga solo il tempo effettivo che passa tra il check-in e il check-out.  

Catene e alberghiFeaturedInfrastruttureNewsSettore RicettivoTrasportiMilano MalpensaminihotelZZZleepandGo

AccorHotels, trattative per HotelInvest: progetto da 6,6 miliardi di euro

AccorHotels sta trattatando con potenziali investitori in merito al progetto, annunciato nel luglio scorso, di “filializzazione” e cessione della maggioranza di HotelInvest, la divisione immobiliare del Gruppo. AccorHotels ha quindi annunciato il valore patrimoniale lordo del portafoglio di HotelInvest al 31 dicembre 2016, che corrisponde alla quasi totalità delle strutture di proprietà e in locazione, a eccezione di Orbis.  La valorizzazione, condotta da società esperte indipendenti (Jones Lang LaSalle, Cushman & Wakefield e BNP Paribas Real Estate), ammonta a 6,6 miliardi di euro.

Catene e alberghiEconomiaFinanzaNewsReal EstateSettore RicettivoaccorhotelsHotelInvest

L’Italia torna alla fiera del turismo di Helsinki: mancava da 9 anni

Dopo nove anni dall’ultima partecipazione, Enit-Italia torna all’edizione 2017 della fiera del turismo di Helsinki (MATKA 2017, 19-22 gennaio 2017), principale evento di settore del nord Europa (66.794 visitatori, di cui 13.700 operatori, nell’edizione del 2016). Enit sarà in uno stand di 50m2, inserito all’interno del padiglione Italia curato dalla Camera di Commercio. Preceduta dagli eventi di networking “Matka Global Workshop” e “Matka Nordic Bloggers’ Experience”, la fiera sarà inaugurata il 19 gennaio, giornata riservata agli operatori, mentre il pubblico entrerà dal 20 gennaio. L’obiettivo della missione in Finlandia è quello di fornire nuovo impulso alla promozione turistica del nostro Paese in un mercato, quello finlandese, di limitate dimensioni ma di elevata propensione alla spesa per servizi turistici. Secondo l’indagine Flash Eurobarometer 2016 “Preferences of Europeans towards tourism”, l’85% dei finlandesi ha effettuato un viaggio nel corso del 2015, un dato che li colloca al terzo posto fra i Paesi EU28 per numero di viaggiatori in rapporto alla popolazione, con un aumento del 5% rispetto all’anno precedente. La naturale tendenza del consumatore finlandese a privilegiare destinazioni che combinino cultura e miti condizioni climatiche presenta ampie opportunità per l’offerta italiana. Secondo gli ultimi dati Istat disponibili, le Regioni italiane ai primi cinque posti per presenze di turisti finlandesi sono Lombardia, Lazio, Veneto, Toscana e Sicilia. La sfida e la leva principale per favorire l’incremento del turismo finlandese in bound è quella di allargare il flusso alle destinazioni meno note, in un’ottica di valorizzazione dell’offerta turistica italiana.

AppuntamentiEnti del turismoFiere e WorkshopIstituzioni ed enti del turismoNewsEnitfiera del turismoFinlandiaHelsinki

Recruiting day Volotea, appuntamento il 19 gennaio in tre città italiane

Per il Recruiting Day di Volotea l’appuntamento è il 19 gennaio: la compagnia infatti ricerca nuovo personale di bordo per le sue basi di Venezia, Verona e Palermo. Le selezioni si terranno presso l’hotel Courtyard Venice Airport di Venezia, vicino all’aeroporto Marco Polo, la prima base del vettore in Europa per numero di destinazioni raggiungibili e passeggeri trasportati. Per Volotea, quindi, il 2017 non inizia solo all’insegna dell’apertura di nuove rotte (per la fine dell’anno in tutto saranno collegate 79 città distribuite in 16 Paesi) e l’aumento della flotta (nei prossimi anni il vettore prevede di diventare 100% Airbus). “La crescita costante che stiamo vivendo si traduce anche nella creazione di nuovi posti di lavoro”, spiega Carlos Muñoz, Fondatore della compagnia. E per andare incontro alle esigenze dei passeggeri “è importante poter contare su un team di professionisti preparato e disponibile”, sottolinea Muñoz. Il Recruiting Day è riservato sia a coloro già in possesso di requisiti e qualifiche necessari per lavorare a bordo di un aeromobile, sia agli appassionati di aviazione che sognano di intraprendere una carriera nel mondo delle compagnie aeree. Fondamentale è la conoscenza fluente di italiano, inglese e, possibilmente, di una terza lingua. Inoltre è richiesto il domicilio in prossimità dell’aeroporto. Il personale Volotea deve infatti risiedere a un massimo di 45 minuti di distanza dallo scalo a cui viene assegnato. Le posizioni disponibili sono 50, tra hostess e steward. Che si aggiungeranno al personale di bordo con base a Venezia, Verona e Palermo.

Formazione e LavoroNewsOfferte di lavoro e nomineTrasportiTrasporti aereihostesspalermorecruitingstewardVeneziaVeronaVolotea

Trieste, debutta il primo Eataly “transfrontaliero”

“Sarà il primo Eataly transfrontaliero”: così Francesco Farinetti, amministratore delegato del colosso dell’enogastronomia italiana, ha commentato l’apertura nel nuovo punto vendita nel capoluogo del Friuli Venezia Giulia. Ospitato in quello che era l’Antico Magazzino Vini della città, il complesso è distribuito su tre piani per tremila metri quadrati, con una grande vetrata affacciata sull’acqua del golfo di Trieste. Il bacino potenziale del punto vendita è di tre milioni di clienti. Eataly Trieste si rivolge infatti agli abitanti del Nordest italiano, ma arriva a coprire le vicine Slovenia, Croazia, Austria. E dai territori circostanti verranno anche alcuni dei prodotti in vendita. “Per noi è come se aprissimo in Italia e all’estero al contempo”, ha dichiarato all’Ansa Farinetti. “In un momento in cui si parla tanto di frontiere – sottolinea Farinetti – il nostro piccolissimo contributo è quello di aprirci, andando a cercare il meglio delle produzioni locali, italiane ma anche transfrontaliere”. Ecco perché sugli scaffali compariranno anche prodotti di Croazia, Austria, Istria. “Vogliamo essere un piccolo faro per l’enogastronomia locale – dice Farinetti – In fondo questa tradizione di incroci tra cucine diverse è un po’ la storia della cucina italiana”. Nel nuovo punto vendita si potranno acquistare circa quattromila prodotti provenienti da tutta Italia. Circa 200 saranno locali, dal territorio del Friuli Venezia Giulia e da oltre confine. All’interno del negozio cinque luoghi di ristoro, la caffetteria Illy e l’Enoteca con oltre mille etichette.

DestinazioniEnogastronomiaItaliaLeisureNewsCroaziaEatalySloveniaTrieste

Assegnati i Guest Review Award di Booking.com: gli hotel italiani fanno incetta di premi

Booking.com ha assegnato i Guest Review Award 2016, un riconoscimento per i risultati ottenuti durante l’anno precedente alle strutture partner che sono state in grado di offrire un’esperienza di alloggio eccellente ai propri ospiti: quest’anno 355.535 strutture in 205 paesi hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento. In testa c’è l’Italia con ben 53.005 strutture che hanno ricevuto un premio grazie a un punteggio complessivo in recensioni uguale o superiore a 8, oltre il doppio degli Stati Uniti al secondo posto (24.761), seguono la Francia (23.003), Germania (18.221), Spagna (18.037), Regno Unito ( 16.514), Austria (12.659), Grecia (12.439), la Croazia (12.219), e Polonia (10.399). Non solo: 77 strutture hanno ricevuto il riconoscimento di “Perfect 10”, dimostrando la loro dedizione ad offrire un soggiorno indimenticabile. Tra queste, 48 sono appartamenti, ville, case e agriturismi. Un dato che riflette l’aumento globale della domanda di strutture alternative agli alberghi. «Con oltre 110 milioni di recensioni sulla nostra piattaforma, non solo aiutiamo i viaggiatori a trovare il soggiorno perfetto, ma mettiamo in condizione i nostri partner di rimanere aggiornati con l’evoluzione delle aspettative dei clienti», ha spiegato Remco van Zanten, Global Director of Partner Services di Booking.com. «I Guest Review Awards sono il modo in cui ci congratuliamo e ringraziamo l’incredibile dedizione dei nostri partner al fine di offrire esperienze indimenticabili ai nostri clienti”.

FeaturedNewsOnline travel e TecnologiaOTA e metasearchBooking.comGuest Review Arards

Ristoranti: le 9 tendenze food del 2017

Come sarà il 2017 dei ristoranti? Secondo un sondaggio condotto sui propri utenti da The Fork metà degli italiani intervistati si aspetta di andare al ristorante da 2 a 5 volte al mese, mentre il 15,5% pensa di consumare un pasto fuori casa e con servizio al tavolo ogni 30 giorni. Il 36% ha stimato di spendere meno di €10 alla settimana per i soli pranzi al ristorante, mentre il 45% prevede di spendere da €10 a €30. Per le cene il budget si alza leggermente: il 78% dei rispondenti spenderebbe nell’arco di una settimana da €10 a €50. I criteri di scelta del ristorante Nella scelta del ristorante i criteri più significativi saranno: la presenza di promozioni, la pubblicazione dei prezzi della carta su internet, le recensioni online, i menù pubblicati sul web e la prenotazione online. Per nulla influente nella scelta del ristorante il pagamento mobile, mentre per quasi la metà dei rispondenti i giudizi di critiche e guide gastronomiche restano molto influenti. Ne emerge un utente che si documenta sempre di più su piatti, prezzi, offerta gastronomica e giudizi, di esperti e non, prima di decidere dove mangiare. Quanto a tipologia di ristoranti, la pizzeria sarà la meta gastronomica preferita del pubblico italiano, seguita dai ristoranti di pesce, di carne e di specialità regionali. Tra le cucine etniche trionfano il sushi e la cucina asiatica. l trend gastronomici del 2017 Queste invece le 9 tendenze food che emergono dalle rete e dalle ricerche di settore: 1. Piatti vegetariani: piatti veg al centro della scena secondo il report sui food trend di Mintel[2].  “Ci sarà più spazio per novità veggie e con un impatto salutista, visto che nell’ultimo anno è cresciuta molto l’idea di benessere”, concorda la foodblogger Teresa Balzano (Peperoni e Patate). 2. Piatti organici: saranno sempre di più i ristoranti che sceglieranno ingredienti prodotti in modo etico. “Spero che si continuino a riportare al centro del piatto gli ingredienti e i produttori”, auspica la blogger Giulia Scarpaleggia (Julskitchen). 3. Trash Cooking: vedremo emergere una tecnica di cottura basata su scarti e avanzi di cibo. La tendenza potrebbe inquadrarsi in un più generale “ritorno alla tradizione, anche se rivisitata o reinterpretata, e all’utilizzo di materie prime a basso costo, con gli scarti dei vegetali in molti piatti importanti”, fa notare Luca Sessa (Perunpugnodicapperi). 4. Mocktails: secondo il rapporto sui trend culinari di Sterling Rice Group[3], i drink e i cocktail analcolici troveranno sempre più spazio sulle carte dei ristoranti. 5. Cucina Fusion: “Nuovi locali fusion, tipo i ravioli italo/cinesi di Ghe Sem e tanto ramen”, questa la previsione di Ilaria Mazzarotta (Comfortfoodie). 6. Ristoranti con macelleria: Baum+ Whiteman[4] sottolinea che apriranno sempre più ristoranti annessi alle macellerie. Per Mariacristina Coppeto (News and Foodies) via anche a ristoranti che valorizzano i tagli meno nobili degli animali, come la trippa, la lingua, il midollo, il lattume. 7. Bowls: “Tendenza che si consolida è quella dei bowl che mettono insieme frutta, latte (vegetale soprattutto), semi e cereali”, continua Coppeto. In effetti questo tipo di “ciotola” si presta per i piatti personalizzati e permette di mescolare facilmente diversi sapori. 8. Freakshakes: apparsi in Australia, si stanno già facendo strada a Londra e sono perfetti per essere fotografati e postati sui social. Questi frullati giganti composti da gelato, ciambelle, torte, sciroppi, biscotti, crema, cioccolato, topping e dolcetti sembrano pensati per i clienti millennial. 9. Pizza Gourmet: per Balzano “continuerà l’enorme attenzione verso la pizza, viste anche le guide e le attenzioni crescenti per i pizzaioli”. “Pochi coperti e cucina d’autore”, che sia pizza o no sarà la qualità a essere premiata per Angela Belcastro (Soapmotion).

Analisi e StudiEnogastronomiaFotogalleryLeisureNewsOTA e metasearchStudiristorantiThe Fork

L’Aeroporto di Cuneo sceglie Brandsavetheworld per le PR

L’aeroporto di Cuneo Levaldigi ha scelto di avvalersi della consulenza dell’agenzia milanese brandsavetheworld per lo sviluppo delle PR per il biennio 2017-2018. «Brandsavetheworld lavorerà per assicurare all’aeroporto di Cuneo visibilità, trasversalità e progettualità a 360°. – spiega Nicola Romanelli, fondatore dell’agenzia – Lo scalo deve porsi come un valido partner di riferimento per il bacino d’utenza della zona». «Abbiamo scelto brandsavetheworld per la visione e l’approccio out-of-the box – aggiunge Anna Milanese, General Manager dello scalo di Cuneo – Lavoreremo insieme su di un networking territoriale e su progetti che possano favorire visibilità e nuovo business sul medio-lungo periodo.»

InfrastruttureMarketing e comunicazioneNewsTrasportiaeroporto cuneobrandsavetheworldCuneo Levaldigi

Air France-Klm amplia la rete italiana. Voli da Malpensa su Parigi e Amsterdam

Air France-Klm amplia la sua rete in Italia. A partire dal 26 marzo le due compagnie cominceranno a volare dall’aeroporto di Milano Malpensa oltre che da Milano Linate. Malpensa sarà l’undicesimo aeroporto italiano collegato agli hub di Parigi-Charles de Gaulle e Amsterdam-Schiphol. Per la stagione estiva 2017, si legge in una nota, il gruppo Air France-Klm rafforzerà la sua presenza in Italia con più voli da Milano e Roma e due nuove rotte : Catania-Amsterdam e Cagliari-Amsterdam. Inoltre Air France e Klm, a partire dal 26 marzo, offriranno un servizio gratuito di limousine per l’aeroporto di Milano Malpensa a tutti i passeggeri di classe Business e La Première in viaggio verso destinazioni intercontinentali. Da Milano Linate Air France continuerà ad operare due voli al giorno per Parigi-Charles de Gaulle e Klm continuerà ad operare un volo al giorno per Amsterdam Schiphol. Inoltre Air France opererà cinque frequenze tra Milano Malpensa e Parigi-Charles de Gaulle e Klm quattro frequenze tra Milano Malpensa e Amsterdam Schiphol. Tutti questi voli assicureranno, per chi parte da Milano, facili coincidenze per 260 destinazioni nel mondo collegate da Air France o Klm, anche grazie ai loro partner, con un tempo di trasferimento negli aeroporti di Parigi-Charles de Gaulle ed Amsterdam Schiphol inferiore alle quattro ore.Rispetto alla stagione invernale, il Gruppo Air France-Klm rafforzerà la sua presenza dagli aeroporti di Milano con un volo in più per Parigi e un volo in più per Amsterdam. A partire dalla stagione estiva 2017, Air France offrirà un volo in più al giorno da Roma Fiumicino a Parigi CDG, e Klm inaugurerà due nuove rotte: Catania-Amsterdam e Cagliari-Amsterdam.  

NewsTrasportiTrasporti aereiAir France-KLMAmsterdam SchipholMilano LinateMilano MalpensaParigi