Ultime news sul turismo

Slovenia sempre più scelta dagli italiani per il Mice. Ad agosto apre il primo 5 stelle di Lubiana

Slovenia sempre più scelta dagli italiani per il Mice. Ad agosto apre il primo 5 stelle di Lubiana

Il turismo in Slovenia continua a crescere: nei primi cinque mesi del 2017 il Paese ha registrato un incremento degli arrivi dall’Italia del 7,58%, risultato che va a confermare quello italiano quale mercato turistico di riferimento per arrivi e pernottamenti. Particolarmente in crescita nell’ultimo periodo è il settore MICE, che rappresenta sempre più una nicchia importante per il settore turistico sloveno, non solo a livello strategico ma anche in termini di ricavi. La strategia seguita dall’Ente Sloveno per il Turismo e dallo Slovenian Convention Bureau mira a presentare la Slovenia quale destinazione verde e attiva, dall’ospitalità e dall’offerta interessante per il turismo business, sottolineando come, grazie alla straordinaria varietà del piccolo territorio, i meeting planners possano qui creare programmi diversificati in una singola destinazione. “Il segmento MICE rappresenta una delle priorità tra i prodotti da sviluppare ulteriormente nei prossimi anni, che puntiamo a far crescere intensificando la nostra collaborazione con lo Slovenian Convention Bureau – afferma Aljoša Ota,Direttore dell’Ente Sloveno per il Turismo in Italia – è questo il segmento di mercato con il più alto valore aggiunto, segmento in cui la Slovenia vuole posizionarsi tra le prime destinazioni che offrono tutta una serie di servizi collaterali di alto livello, per una vera esperienza di business e leisure a contatto con la natura”. La Slovenia sta registrando una crescita di incontri ed eventi, nonché gruppi incentive provenienti dall’Italia, tanto che le strutture dell’intero territorio si stanno rinnovando e adeguando ai più elevati standard, per soddisfare anche i clienti più esigenti. Tra le novità riguardanti l’hotellerie, spicca l’apertura prevista per il prossimo agosto, del primo hotel 5 stelle a Lubiana firmato InterContinental Hotels Group e Delta Holding, aziende che hanno intravisto nella capitale una piazza interessante per il segmento luxury e MICE. “Considerando i fattori economici, sociali e ambientali, il mercato italiano ha un grande potenziale per l’industria slovena del MICE – afferma Jasna Jašič, Project Manager dello Slovenian Convention Bureau – continueremo ad esplorare, sviluppare e creare un ambiente per nuove opportunità nel segmentoMICE, al fine di offrire un eccellente business a chi arriva dall’Italia. Nel prossimo futuro, il nostro obiettivo è quello di trasformare la Slovenia in una destinazione MICE “par excellence”, così da migliorare i già ottimi risultati di reddito generati da vari incontri, eventi e viaggi incentive provenienti dal mercato italiano”.

Webitmag - Web in Travel Magazine

DestinazioniEnti turistici nazionali ed internazionaliEuropa e MediterraneoIstituzioni ed enti del turismoLeisureMice e Business travelNewsbleisureMiceSlovenia

NightSwapping acquista MyTwinPlace

NightSwapping acquista MyTwinPlace

La startup francese di turismo collaborativo, NightSwapping, portale che permette lo scambio di ospitalità tra i membri della community, realizza la sua prima fusione comprando la società MyTwinPlace, competitor spagnolo. Grazie a questo acquisto, NightSwapping consolida la sua posizione di leader nel mercato dello Scambio di Notti raggiungendo così 300.000 membri in 160 paesi. MyTwinPlace, creato nel 2013, è cresciuto rapidamente fino a raggruppare una community di 55mila viaggiatori in tutto il mondo. Serge Duriavig, fondatore di NightSwapping, ha commentato: “Questa fusione preparata da tempo, ci permetterà di rafforzare in modo significativo la nostra community, e di portare delle nuove offerte, soprattutto sul mercato spagnolo, dove il concetto si sta sviluppando. Questa operazione conferma le nostre ambizioni, ovvero diventare una nuova alternativa presente nel settore del turismo collaborativo. Nel 2014 e nel 2016, NightSwapping ha ottenuto finanziamenti per 2 milioni di euro da investitori privati, principalmente Family Offices e Business Angels. Un nuovo finanziamento è previsto prima della fine dell’anno in modo da poter continuare il suo sviluppo soprattutto sul mercato americano.  

Webitmag - Web in Travel Magazine

Affari e FinanzaFeaturedInnovazioni e startupNewsOnline travel e TecnologiaNightSwapping

Autograph Collection Hotels debutta in Estonia con l’Hotel Telegraaf

Autograph Collection Hotels debutta in Estonia con l’Hotel Telegraaf

Autograph Collection Hotels, la collezione di hotel iconici e indipendenti di Marriott International (NASDAQ: MAR), fa il suo debutto in Estonia con l’Hotel Telegraaf, situato nel centro storico di Tallinn. Nel cuore della città, affacciato sull’antica Vene Street, l’hotel sorge all’interno di uno dei più grandiosi edifici della capitale, risalente al 1878 e ricco di storia: in passato fu sede della Revaler Handelsbank e, successivamente, dell’ufficio postale, telegrafico e telefonico del paese, da cui prende il nome. “Siamo lieti che l’Hotel Telegraaf entri a far parte di Autograph Collection Hotels come nostro primo hotel in Estonia”, ha dichiarato John Licence, VP Premium & Select Brands Europe. “Con la sua ricca storia, l’architettura iconica e il design curato nei dettagli, questo hotel incarna perfettamente la filosofia del brand, che si riassume nel motto ‘exactly like nothing else’. Siamo orgogliosi che questo albergo sia parte del nostro portfolio di oltre 110 hotel in tutto il mondo”. L’Hotel Telegraaf, che combina design moderno e stile Art Deco, dispone di 83 camere e suite, molte delle quali con vista sulla città vecchia medievale. Caratterizzato da un’atmosfera intima e accogliente, l’hotel rispecchia l’attenzione di Autograph Collection Hotels verso il design e l’arte. L’elegante Telegraaf SPA dispone di due sale per trattamenti, una piscina di 10 metri, una vasca idromassaggio, una sauna e un bagno a vapore. La Symphony Lounge è uno spazio riunioni multifunzionale che offre diverse soluzioni per i viaggiatori d’affari. Adatta a meeting ed eventi di medie dimensioni e con uno spazio che si estende per 61m², la sala è dotata di luce naturale e può ospitare fino a 45 persone.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Catene e alberghiNewsSettore Ricettivo e OspitalitàAutograph Collection

I cinque profili del turista che prenota un appartamento

I cinque profili del turista che prenota un appartamento

Dimmi cosa cerchi e ti dirò chi sei. Ciascun turista è diverso dagli altri e lo si capisce anche in base all’analisi delle ricerche fatte online. Hundredrooms, metasearch spagnolo per gli appartamenti, ha tracciato e raccolto in un’infografica sei differenti profili di viaggiatori, in base alle preferenze espresse dagli utenti e alle ricerche effettuate dagli stessi attraverso la propria pagina web nelle prime due settimane di luglio. Da questa ricerca vengono fuori dei dati interessanti, che smontano anche qualche stereotipo sugli italiani. Eccoli: 1 – IL PIGRO – Questo tipo di viaggiatore cerca in una casa vacanze tutte le comodità possibili, come l’ascensore, il parcheggio, la colazione e il servizio di pulizia. Hundredrooms ha rilevato che, nella prima metà di luglio, solo il 2% degli italiani ha cercato l’appartamento turistico ideale inserendo tra i filtri le caratteristiche sopracitate. Stessa percentuale si riscontra tra gli spagnoli che, assieme agli italiani, sono meno “pigri” di francesi, inglesi e tedeschi, per i quali si rilevano percentuali rispettivamente del 3%, 4% e 5%. 2 – IL FAMILIARE – Si sposta con tutta la famiglia e cerca un appartamento spazioso, che sia a misura di bambino. Per questo tipo di viaggiatore fanno sicuramente comodo gli spazi esterni, meglio se con piscina annessa, la cucina e, non di rado, anche una culla. I più “familiari” in assoluto sono gli spagnoli, che nel 33% dei casi hanno cercato appartamenti turistici con tali caratteristiche. Seguono gli inglesi (28%) e gli italiani (15%), mentre francesi e tedeschi si fermano al 12%. 3 – L’ANIMAL LOVER – Non abbandonerebbe mai il proprio amico a quattro zampe. D’altronde, perché farlo se c’è la soluzione? Ormai sono tanti gli appartamenti turistici che mettono a disposizione spazi per animali domestici. Dalla ricerca di Hundredrooms, risulta che a essere maggiormente legati al proprio animale sono i tedeschi: il 30% di essi ha infatti cercato appartamenti “pet friendly”, che consentano l’ingresso di animali. Seguono gli italiani e gli spagnoli, rispettivamente con percentuali del 18% e del 17%. Meno propensi a partire con proprio fedele amico sono i francesi (10%) e gli inglesi (4%). 4 – IL VIAGGIATORE ONLINE – Nell’era della comunicazione, dove impazza il bisogno di stare sempre connessi, la disponibilità del WiFi nell’alloggio è di certo importante, ma non imprescindibile. Del resto, a garantire una connessione h24 sono soprattutto i moderni smartphone, utili soprattutto ai viaggiatori, che hanno bisogno di orientarsi, cercare il miglior ristorante o la discoteca più in della zona. Risulta, infatti, che solo il 12% degli utenti italiani ha cercato, nella prima metà di luglio, appartamenti con WiFi, e anche per gli altri Paesi le percentuali non sono poi così alte. Si parla dell’11% per gli spagnoli, del 15% per i francesi, del 16% per i tedeschi e del 19% per gli inglesi. 5 – IL DISORGANIZZATO – Il suo unico desiderio è quello di divertirsi, non importa dove e quando. Può sembrare una contraddizione, ma il disorganizzato usa lo strumento di previsione dei prezzi perché, muovendosi all’ultimo secondo, spera di trovare in questo modo opzioni economiche in mete allettanti. I francesi sono quelli che più usano questo strumento, attestandosi al 60%. Seguono gli italiani (53%) e inglesi (45%), mentre la percentuale si abbassa al 37% sia per gli spagnoli che per i tedeschi.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Analisi e StudiExtra alberghiero e home sharingInnovazioni e startupNewsStudihundredrooms

Tanzania: Kahama ottiene il codice Iata KBH, la prima compagnia ad operare è Precision Air

Tanzania: Kahama ottiene il codice Iata KBH, la prima compagnia ad operare è Precision Air

Precision Air Services Plc, principale compagnia aerea della Tanzania, ha annunciato il lancio di voli diretti verso il distretto di Kahama, nella regione di Shinyanga. Precision Air inizierà le proprie operazioni a partire dal 5 settembre 2017 con tre voli settimanali, ogni Mercoledì, Venerdì e Domenica prevedendo un aumento strategico della frequenza a seconda della domanda. L’annuncio è stato fatto in grande stile con un volo di prova perfettamente eseguito dall’aeromobile 5H-PWF ATR42-500 della compagnia. L’aereo è atterrato sulla pista di Kahama, la quale ha ottenuto il codice IATA KBH alle 17:00 (ora locale), in presenza del Commissario Distrettuale di Kahama, Fadhili Nkurlu, che è salito a bordo del volo da Mwanza. Il distretto di Kahama, situato nel nord-ovest della Tanzania, è conosciuto per le miniere d’oro e si ritiene che abbia un’economia vivace, ma per anni non è stato servito da collegamenti aerei di linea. Ci si aspetta quindi che i voli della compagnia Precision Air accelerino lo sviluppo economico del distretto e della regione di Shinyanga. Precision Air è nata nel 1993 come compagnia aerea charter privata ed è cresciuta fino a diventare un vettore stimato nell’Africa orientale e in tutto il continente. La compagnia vola da Dar es Salaam verso Arusha, Bukoba, Kigoma, Kilimanjaro, Musoma, Mtwara, Mwanza, Tabora, Zanzibar, Nairobi ed Entebbe.  

Webitmag - Web in Travel Magazine

NewsTrasportiTrasporti aereiKahamaPrecision Air

Mare Italia di lusso: ecco le 7 spiagge più esclusive e costose d’Italia

Mare Italia di lusso: ecco le 7 spiagge più esclusive e costose d’Italia

Il Codacons ha realizzato la classifica delle spiagge più costose ed esclusive d’Italia, dove sostare una sola giornata a godersi il mare e prendere il sole può arrivare a costare fino a 1000 euro. Sul podio abbiamo Marina DI Pietrasanta che vince grazie al Twiga di Briatore, davanti a Venezia e a Porto Cervo con altre due strutture altrettanto esclusive. Ovviamente – spiega il Codacons – si tratta di stabilimenti balneari esclusivi, che offrono servizi di lusso ai propri clienti e una serie di benefit accessori come cassapanche, teli da mare personalizzati, cassaforte per conservare in spiaggia gioielli e oggetti preziosi, e in alcuni casi acqua e frutta inclusi nei costi del noleggio. Ecco dunque la classifica delle spiagge più costose d’Italia nel mese di agosto 2017: 1 – Marina di Pietrasanta (Twiga): Presidential Gazebo: 2 letti marocchini, tavolo centrale, 4 lettini, possibilità di avere su richiesta televisione e musica: 1.000 euro al giorno; Arabian Gazebo: 2 lettoni marocchini con materasso, 2 lettini, 2 sdraio, 1 sedia da regista, 1 tavolo: 400 euro al giorno. Classic Gazebo: 2 lettini, 2 sdraio, 1 sedia da regista, 1 tavolo centrale: 300 euro al giorno. 2 – Venezia – Hotel Excelsior:  2 lettini, 2 sdraio, tavolino, 4 seggiole e 3 teli da mare: 410 euro al giorno in prima fila, zona centrale. 3 – Porto Cervo (Hotel Romazzino): 1 ombrellone e 2 lettini, uso piscine, doccia, spogliatoi e parcheggio: 400 euro al giorno. 4 – Lerici (Eco del Mare): Cabina privata deluxe: ombrellone + lettino o pomodone + 1 telo mare per lettino fino a un massimo di 4 persone: 300 euro al giorno. 5 – Forte dei Marmi (Augustus Hotel): Tenda  con  extension  per  4 persone  con  cassaforte,  tavolo  con  4  sedie, cassapanca, 2 sdraio, 2 lettini e 4 teli da mare: 290 euro al giorno. 6 – Argentario (Tuscany Bay) dove una Tenda con 4 lettini costa 150 euro al giorno. 7 – Salento (Borgo Egnazia), dove una “cabana” costa 120 euro al giorno (con acqua no-stop e frutta).

Webitmag - Web in Travel Magazine

Analisi e StudiDestinazioniFotogalleryItaliaCodaconsmare italiaspiagge

Emirates e flydubai uniscono le forze per formare un network da 240 destinazioni

Emirates e flydubai uniscono le forze per formare un network da 240 destinazioni

Emirates e flydubai hanno annunciato oggi una partnership ampia che vedrà le due compagnie aeree di Dubai unire le forze per offrire ai clienti maggiori opzioni di viaggio. Entrambe le compagnie continueranno ad essere guidate indipendentemente, ma ognuna sfrutterà i network dell’altra per aumentare le operazioni e accelerarne la crescita. La partnership va al di là del tipico accordo di code-sharing e prevede la collaborazione integrata di rete e una pianificazione coordinata. Questo nuovo modello fornirà ai clienti di flydubai la capacità di collegarsi senza soluzione di continuità alle destinazioni del network mondiale di Emirates; per i clienti di Emirates, invece, ci sarà la possibilità di collegarsi alle destinazioni servite dal vasto network regionale di flydubai. Le due compagnie aeree svilupperanno ulteriormente il loro hub al Dubai International, allineando i loro sistemi e le loro operazioni per garantire un’esperienza di viaggio senza soluzione di continuità attraverso il moderno aeroporto, attualmente il più trafficato del mondo per i passeggeri internazionali. La partnership sta studiando le soluzioni per ottimizzare i network e gli orari di entrambe le compagnie aeree, al fine di  aprire nuovi collegamenti tra città e offrire consumatori una maggiore scelta. Inoltre, ciò aiuterà entrambe le compagnie aeree a far crescere il traffico nel network dell’altro. Entro il 2022, il network congiunto di Emirates e flydubai dovrebbe raggiungere 240 destinazioni, servite da una flotta combinata di 380 aerei. La partnership sarà perfezionata nei prossimi mesi, con i primi accordi di codeshare attivi a partire dall’ultimo trimestre del 2017.

Webitmag - Web in Travel Magazine

NewsTrasportiTrasporti aereiEmiratesFlyDubai

Nuovo volo Genova-Francoforte con Lufthansa dal 31 ottobre

Nuovo volo Genova-Francoforte con Lufthansa dal 31 ottobre

È stato messo in vendita il nuovo volo di linea diretto Genova-Francoforte di Lufthansa. Il collegamento verrà attivato già con la stagione invernale, a partire dal prossimo 31 ottobre, e sarà operato con aeromobili Crj-900 da 86 posti ben tre volte alla settimana: martedì, giovedì e sabato. Il nuovo volo Genova-Francoforte si affianca al collegamento bigiornaliero Genova-Monaco di Baviera, sempre operato da Lufthansa e attivo da diversi anni. «Si tratta di un annuncio estremamente importante per diversi motivi. – commenta Paolo Sirigu, Direttore generale di Aeroporto di Genova S.p.A. – Collaboriamo da tempo con Lufthansa, uno dei principali vettori a livello mondiale, e siamo felici di avere raggiunto questo risultato. Francoforte è la capitale economica della Germania e rappresenta un bacino molto promettente sul fronte del turismo: questo significa che le aziende liguri avranno un importante strumento in più per sviluppare i loro business, mentre grazie al collegamento diretto migliaia di turisti tedeschi potranno raggiungere comodamente la Liguria. Si tratta di una bella opportunità anche per le crociere in partenze dai porti liguri, che grazie a questo nuovo volo saranno ancora più attrattivi per il mercato tedesco». Il volo Genova-Francoforte è già prenotabile sul sito www.lufthansa.com, attraverso la App e il centralino telefonico della compagnia aerea e presso le agenzie di viaggio. Gli orari del volo sono i seguenti: Martedì – Giovedì – Sabato Partenza da Francoforte alle 9:00 – arrivo a Genova alle 10:25 Partenza da Genova alle 11:00 – arrivo a Francoforte alle 12:30

Webitmag - Web in Travel Magazine

NewsTrasportiTrasporti aereiLufthansa

Apre a Viterbo The Pinball Luxury Suites con il Museo del Flipper

Apre a Viterbo The Pinball Luxury Suites con il Museo del Flipper

Annunciato per la scorsa primavera, ha aperto infine il 17 luglio nel centro storico di Viterbo “The Pinball Luxury Suites, struttura ricettiva nata da un lavoro di recupero architettonico di un palazzo d’epoca del XV secolo. Un progetto che, come il nome lascia intuire, è ispirato al mondo dei flipper per i quali è stato creato un vero e proprio museo, grazie all’intuizione dell’imprenditore Simone Proietti Gaffi, esperto di comunicazione e lusso, e dell’artista di fama internazionale Claudia Scarsella Il Museo del Flipper è frutto della collezione di Giacomo Scarsella, papà di Claudia, tra i primi cinque collezionisti di flipper nel mondo. Il museo, accessibile in esclusiva agli ospiti della proprietà, propone 10 flipper vintage del periodo 1960-1990. L’esposizione – unica nel suo genere – si pone due obiettivi: proporre agli ospiti alcuni dei più bei flipper mai realizzati, che hanno anche ispirato il visual design e il restauro delle luxury suites. “The Pinball rappresenta un nuovo format nel mondo dell’ospitalità di lusso – spiega Simone Proietti Gaffi, CEO di The Pinball Luxury Suites – Siamo orgogliosi di un investimento in un’area meravigliosa – la Tuscia – ancora tutta da scoprire. Sono sempre stato affascinato dalla collezione di famiglia di flipper. Da qui la nostra idea di creare una dimora di charme, ispirata al mondo del flipper e alla nostra collezione d’epoca.” Per quanto riguarda l’ospitalità, The Pinball Luxury Suites propone tre diversi appartamenti lusso: Little Robot, Spiral Circus, Royal Cards, quest’ultima con terrazza con vista panoramica su Viterbo. Prevista anche un’Area Wellness con sauna finlandese, realizzata su misura nella luxury Suite Spiral Circus.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Hotel di lussoNewsSettore Ricettivo e OspitalitàThe Pinball Luxury Suites

Palermo capitale della cultura 2018, dal Governo il via libera e un milione di euro

Palermo capitale della cultura 2018, dal Governo il via libera e un milione di euro

E’ arrivato il via libera ufficiale dal Consiglio dei Ministri per Palermo Capitale della cultura 2018, il riconoscimento annunciato a fine gennaio dal ministro Dario Franceschini. In questo modo i 6,4 milioni di investimenti previsti nel dossier candidatura verranno coperti in parte dal Governo con un milione di euro di contributi.  Prevista anche l’esclusione dal patto di stabilità dei comuni per poter procedere agli investimenti necessari con meno vincoli. La città siciliana si è aggiudicata la nomina superando le candidature di  Alghero, Aquileia, Comacchio, Ercolano, Montebelluna Recanati, Settimo torinese, Trento e l’Unione dei comuni elimo-ericini. Palermo è stata scelta perchè – si legge nelle motivazioni – “sostenuta da un progetto originale, di elevato valore culturale, di grande respiro umanitario, fortemente e generosamente orientato all’inclusione, alla formazione permanente”.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Arte e CulturaDestinazioniEconomiaEnti localiFeaturedIstituzioni ed enti del turismoItaliaLeisureNewsculturaDario Franceschinipalermo

Sisma Mar Egeo, situazione sotto controllo per Tour Operator e agenzie viaggi

Sisma Mar Egeo, situazione sotto controllo per Tour Operator e agenzie viaggi

“A seguito del terremoto che ha colpito le aree al confine di Grecia e Turchia, con epicentro nel Mar Egeo tra l’isola di Kos e la costa Turca vicino Bodrum, abbiamo notizia che le località turistiche più note sono state solo minimamente interessate dall’evento tellurico. Le informazioni ufficiali ed ufficiose che provengono dalla zona del sisma sono rassicuranti e informano di danni a strutture storiche o vetuste ma pochi e limitati alle strutture turistiche. Non vi sono al momento emergenze particolari salvo, come si conviene in questi casi, la raccomandazione di  mantenere alta l’attenzione” A riferirlo è l’associazione degli agenti di viaggio e tour operator Fto, Federazione del turismo organizzato che assicura di essere in costante contatto con la Farnesina e offrire supporto agli associati qualora ve ne fosse bisogno. Molti sono infatti i tour operator che operano sull’isola, molti dei quali aderenti ad Astoi Confindustria Viaggi che in un comunicato ha fatto sapere che i clienti italiani in loco stanno bene e che, nonostante il comprensibile timore, sono tutti in buone condizioni. Allo stesso modo – prosegue la nota stampa Astoi – non sono stati registrati danni strutturali ai resort, tutti i servizi sono fruibili e i Tour Operator dell’Associazione sono in costante contatto con rappresentanti e personale locale per un aggiornamento in tempo reale della situazione. Situazione dunque che sta tornando alla normalità: gli operatori stanno gestendo le telefonate dei clienti relative a richieste di informazioni e stanno fornendo i dovuti aggiornamenti. I Tour Operator ASTOI confermano la piena operatività ed informano che le partenze di questo week end per Kos, in caso di specifica richiesta da parte dei clienti, sono state già tutte gestite attraverso l’offerta del cambio di destinazione o  di un buono dello stesso valore valido per una prossima vacanza. Alcuni hanno offerto la cancellazione senza penali solo nella giornata di ieri, come Eden Viaggi, che invece per le prossime partenze offre due opportunità: cambiare destinazione con eventuale integrazione della quota o congelare l’importo del viaggio per una nuova prenotazione da effettuare entro il 31 ottobre. Nardo Filippetti, presidente di Astoi e di Eden Viaggi ha commentato: “Questi sono eventi naturali imprevedibili. La differenza per i consumatori la fa il soggetto con il quale si sceglie di prenotare il proprio viaggio: il fai da te e le piattaforme on line, in questi casi,  non offrono alcuna tutela,  mentre i Tour Operator garantiscono assistenza e si prendono cura dei propri clienti, affiancandoli e  rimanendo a disposizione in ogni fase”. Per la gestione delle partenze relative alle prossime settimane l’orientamento, al momento, è quello di attendere gli sviluppi e di verificare l’eventuale persistere dell’emergenza, monitorando le informazioni ufficiali fornite dalla Farnesina .  

Webitmag - Web in Travel Magazine

FeaturedNewsTour operatorTour operator e Agenzie viaggiAstoiBodrumEgeoFarnesinaFtoKosNardo Filippetti

Estate 2017, Fipe: aumentano gli italiani in vacanza, ristorazione vale il 50% della spesa turistica

Estate 2017, Fipe: aumentano gli italiani in vacanza, ristorazione vale il 50% della spesa turistica

Un’estate al mare. Cantava così Giuni Russo nell’agosto del 1982, e ancora oggi il suo brano è la canzone dell’estate italiana per eccellenza. Guardando, però, alle abitudini degli italiani e alle previsioni di presenze sui litorali del Belpaese, quegli anni sono davvero lontani, anche se ci sono tutte le premesse per una ripresa. È quanto emerge dagli ultimi dati dell’Ufficio Studi della Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi, secondo i quali 21 milioni di italiani (il 33,8% della popolazione) faranno una vacanza tra luglio e settembre, un numero in crescita rispetto al 32,3% del 2016. Il dato rappresenta un ulteriore piccolo, ma significativo, passo in avanti verso una positiva inversione di tendenza. D’altro canto, il fatto che il 66,2% degli italiani non farà vacanze estive tra luglio e settembre evidenzia come il comparto turistico nazionale viva ancora qualche difficoltà, pur lasciando intravedere ampi margini di miglioramento. Tuttavia nel complesso i viaggi estivi per vacanza, con destinazione l’Italia e l’estero, saranno circa 28 milioni, con un incremento del 4,9% rispetto al 2016. Aggregando i dati degli ultimi tre anni, invece, si è registrata una crescita del 22%, con un valore assoluto di 5 milioni di viaggi. “I dati sulle presenze per questa estate sono incoraggianti. La percentuale di italiani che si concederà una vacanza da qui a settembre crescerà dell’1,5% rispetto al 2016, a testimonianza del fatto che il comparto sta lentamente riprendendosi – ha dichiarato Lino Enrico Stoppani, Presidente Fipe. Ad ogni modo, il valore complessivo del turismo degli italiani crescerà del 7% rispetto al 2016 arrivando a 27 miliardi di euro, con la ristorazione che varrà oltre 5,6 miliardi di euro: un dato che ci fa ben sperare sulle prospettive di occupazione. Senza dimenticare il milione e più di lavoratori che verranno impiegati nel comparto e permetteranno a tutti noi di trascorrere delle serene vacanze”. La durata media delle vacanze, invece, sarà di 8 giorni, in leggera crescita rispetto al 2016, quando era stata di 7,8 giorni. Il dato, tuttavia, è inferiore a quello registrato nel 2014 (8,6 giorni) e nel 2015 (8,5 giorni). Complessivamente tra luglio e settembre le presenze saranno 222.814, in crescita rispetto alle 207.631 registrate nel 2016 (+7,3%). Guardando alla distribuzione per mese, invece, emerge come nella più classica delle estati italiane il mese di agosto registrerà il primato con oltre 106 milioni di presenze (47,6% del totale stagione), seguito da luglio (circa 79 milioni) e settembre (38 milioni). Alloggio e ristorazione si confermano servizi fondamentali, con una quota di oltre il 50% sul totale della spesa turistica. Proprio il peso della ristorazione assume un ruolo crescente, essendo un servizio utilizzato da tutti i turisti a prescindere dall’alloggio prescelto.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Analisi e StudiEnogastronomiaNewsFipe

Alitalia, nel giorno delle offerte Ryanair si sfila. Governo pronto a rifinanziare pur di venderla intera

Alitalia, nel giorno delle offerte Ryanair si sfila. Governo pronto a rifinanziare pur di venderla intera

Il 21 luglio è il giorno in cui si chiude la “data room” per Alitalia e si avvia la fase delle offerte non vincolanti. Un passaggio importante in cui si inizia a vedere chi è davvero interessato alla compagnia: la prima a sfilarsi dalle pretendenti è stata Ryanair che ha annunciato ufficialmente la rinuncia a fare un’offerta. Gli irlandesi sono interessati più alle tratte di Alitalia che alla sua flotta. Si teme che a questa rinuncia ne seguano altre, tanto che il ministro dei Trasporti Delrio ha ribadito la volontà di voler vendere la compagnia nel suo complesso, paventando l’ipotesi di un nuovo finanziamento pubblico con prolungamento del commissariamento se non dovessero arrivare offerte adeguate. La vicenda in questo modo andrebbe però ad intrecciarsi pericolosamente con le prossime elezioni politiche, rischiando di diventare ancora una volta argomento di campagna elettorale. Sulla vicenda è impietosa l’analisi di Andrea Giuricin, docente di Economia dei Trasporti, su LeoniBlog dove spiega: “Se il prestito ponte finisse a novembre, la compagnia si ritroverebbe immediatamente senza benzina all’inizio della campagna elettorale. Se il prestito venisse prolungato, si andrebbe avanti per altri mesi, in piena campagna elettorale. Le promesse elettorali si legherebbero nuovamente al destino del vettore italiano: il ricordo del 2008 è ancora ben presente (soprattutto per il contribuente)” Questo però al momento sembra lo scenario più probabile in un mercato in cui gli asset di valore sono gli slot e non certo la vecchia flotta da Alitalia: “A tutti gli acquirenti – prosegue Giuricin – conviene aspettare che Alitalia arrivi allo stremo, ossia quando finirà il prestito ponte, per conquistare un mercato, come quello del trasporto aereo, in grande salute”.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Analisi e StudiEconomiaFeaturedNewsTrasportiTrasporti aereiAlitalia

YesAlps, il portale per le vacanze sulle Alpi che non chiede provvigioni agli hotel

YesAlps, il portale per le vacanze sulle Alpi che non chiede provvigioni agli hotel

Dall’Internet point di un rifugio delle Dolomiti Michele Cividin e Andrea Sodomaco, entrambi appassionati di montagna e di tecnologie web, più di 10 anni fa hanno gettato le basi della startup che oggi prova a diventare il primo motore di ricerca di strutture ricettive nelle Alpi. Il primo passo è coinciso con l’apertura del primo sito “miaAltaBadia” il cui successo per visite e strutture aderenti determina nel 2008 la nascita a Trieste della società XLbit. A ciò segue l’apertura di una lunga serie di siti web verticali sulle più importanti località turistiche alpine, orientati a mettere in contatto le strutture ricettive con i potenziali clienti e a fornire informazioni utili per le vacanze. Con l’intento di aggregare i siti realizzati e facilitare la fruizione da parte del crescente numero di utenti, nel 2016 nasce YesAlps.co,: il primo portale verticale tutto italiano dedicato alle vacanze nelle Alpi con vantaggi per strutture e utent. Ciò che inoltre contraddistingue YesAlps è l’assenza di provvigioni sulle prenotazioni, un plus che permette a gestori e clienti di poter contare sempre su di un reale “miglior prezzo”. Michele Cividin commenta così: “Fin dall’apertura del nostro primo sito, avevamo ben chiari gli obiettivi principali: realizzare un punto di riferimento dove fossero presenti tutte le strutture della località, offrendo loro una piattaforma web ben indicizzata in cui inserire gratuitamente i propri contatti e altre informazioni importanti per le vacanze in montagna, oltre a immagini, video, disponibilità, prezzi, ecc.. In poco tempo siamo riusciti a coinvolgere sempre più strutture, arrivando a coprire gran parte dell’arco alpino con servizi mirati alle vacanze in queste zone. Oggi siamo orgogliosi di poter affermare che YesAlps dispone dell’offerta più ampia e dettagliata del web per la ricerca di strutture ricettive nelle Alpi italiane”. Avviata in completa autonomia dai due soci, grazie ad una profonda conoscenza del web e all’unione tra competenze tecnologiche, studi accademici nel campo dell’ingegneria ed esperienza manageriale, la startup è oggi un’impresa dai numeri importanti: YesAlps conta infatti 10 dipendenti, con formazione in tecnologie per il web ed un’età media di 35 anni, un network di 26 siti che coinvolge più di 13.000 strutture ricettive e 6.000 altre attività di interesse turistico, quali rifugi, ristoranti, ski service, ecc., circa 2,8 milioni di visitatori e 100.000 nuovi utenti registrati ogni anno. “In diversi anni di intenso lavoro, il nostro team è riuscito a sviluppare una piattaforma tecnologica proprietaria che può essere declinata al meglio sulle specifiche esigenze di ciascuna zona su cui operiamo. La piattaforma, inoltre, viene costantemente aggiornata per permetterci di affinare continuamente i servizi offerti. Il tutto garantendo qualità, affidabilità e velocità.” – ha dichiarato Andrea Sodomaco. A differenza di altri motori di ricerca, su YesAlps è possibile visionare per ciascuna struttura (alloggio per alloggio) il calendario delle disponibilità senza essere vincolati al periodo impostato. Non è però possibile prenotare direttamente: viene invece inviato un form alle strutture con la richiesta di disponibilità. Inoltre ad oggi il sito aggrega gli altri portali verticali delle alpi solo come un contenitore ma non come ricerca integrata tra tutti gli hotel e appartamenti disponibili: questo vuol dire che bisogna prima scegliere la zona alla quale si è interessati e poi fare una ricerca tra le strutture lì presenti. Oltre che in italiano, il portale è disponibile in inglese e tedesco.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Innovazioni e startupNewsOnline travel e TecnologiaSettore Ricettivo e OspitalitàLa startup del giornoyesAlps

Receptio lancia UpgradeGenius, il software che mette all’asta l’upgrade della camera

Receptio lancia UpgradeGenius, il software che mette all’asta l’upgrade della camera

Receptio di SysPay è un software gestionale per hotel svizzero che fornisce soluzioni integrate di pagamento e di sicurezza. Ne parliamo perché ha appena lanciato un’idea brillante. Si tratta di UpgradeGenius, una soluzione software che prova a ottimizzare le vendite delle camere più costose e cerca quindi di risolvere il problema della progressiva perdita di margini di profitto che deriva dalla concentrazione dei clienti sulle camere più economiche. La soluzione di Receptio può essere collegata facilmente a qualsiasi software gestionale alberghiero e può essere sfruttata rapidamente su tutti i canali di distribuzione. Dopo aver effettuato la prenotazione, i clienti ricevono una e-mail in cui viene loro chiesto quanto sarebbero disposti a pagare per un upgrade. L’hotel in questo modo ha sempre la possibilità di vendere normalmente le camere di categoria superiore senza abbassare il prezzo. Il giorno prima del check-in, se c’è una camera di livello superiore disponibile, l’hotel sceglie il miglior offerente e il sistema addebita l’importo al cliente. In sintesi, l’hotel ottiene dal cliente maggiori ricavi e in più ha la possibilità di rimettere in vendita le camere standard, migliorando quindi ADR e tasso di occupazione complessivo. Gli ospiti ottengono una camera di categoria superiore ad una tariffa vantaggiosa, pagando solo quanto loro stessi decidono. Una situazione win-win.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Booking engine e channel managerNewsSoftware e HardwareReceptioUpgradeGenius

Compie un anno My Boarding Pass, il travel blog degli agenti di viaggio

Compie un anno My Boarding Pass, il travel blog degli agenti di viaggio

Prima candelina per My Boarding Pass, il travel blog fondato il 20 luglio 2016 da 9 agenti di viaggio da tutta Italia (ne avevamo scritto qui). Il magazine nel frattempo è cresciuto, sono state pubblicate decine di guide viaggio e articoli mentre gli agenti di viaggio che collaborano al progetto sono passati da 9 a 15. Inoltre hanno organizzato il loro primo viaggio di gruppo e ne hanno in programma diversi altri. Ma andiamo con ordine: in questi 12 mesi il blog si è distinto per articoli approfonditi e mete descritte con dovizia di particolari, raccontando il mondo con gli occhi di un agente di viaggio, attento non solo alle attività da fare e da vedere ma anche a come organizzare al meglio il tutto. Questi i tre articoli più letti, tutti sopra le 10mila visualizzazioni: 1 – 10 regole per andare d’accordo con un agente di viaggi 2 – 5 falsi miti da sfatare sulle agenzie di viaggi 3 – Domande bizzarre e richieste assurde A marzo scorso nasce poi l’idea di un viaggio di gruppo a Marrakesh per conoscersi meglio ma la cosa scappa un po’ di mano e alla fine si aggregano 19 persone: qui trovate il racconto di come è nato e di come è facile prenotare un viaggio se sei un agente. L’idea è quindi piaciuta non solo ai novelli blogger ma anche ai clienti più affezionati delle rispettive agenzie. Per cui si è deciso di riproporre il format con altri viaggi organizzati su misura: dal 22 settembre al 2 ottobre un viaggio di gruppo in Indonesia e dal 21 al 25 ottobre un Reflex & GoPro Desert Safari, entrambi confermati e con pochi altri posti a disposizione. Quello nato come hobby inizia quindi a diventare business dopo un anno di rodaggio: sul sito ora ci sono offerte di viaggio organizzate in prima persona ed è possibile prenotarle e richiedere informazioni. Il prossimo passo, magari, sarà l’e-commerce.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Agenzie viaggi e NetworkNewsOnline travel e TecnologiaTour operator e Agenzie viaggiagenti di viaggioMy Boarding Pass

Ryanair ritorna al Fellini di Rimini, dalla primavera 2018

Ryanair ritorna al Fellini di Rimini, dalla primavera 2018

Dopo 6 anni di assenza Ryanair ritornerà a volare dall’aeroporto Fellini di Rimini. Lo annuncia newsrimini.it che rende noto l’accordo firmato tra AirRiminum e la compagnia irlandese. I primi voli sono previsti a parire dalla primavera 2018 e sarà ufficializzata con l’annuncio del prossimo orario estivo, previsto nel mese di dicembre. David O’Brien, Chief Commercial Officer di Ryanair, ha dichiarato: “Siamo lieti di annunciare un nuovo piano di crescita siglato con AIRiminum e il nostro ritorno all’Aeroporto di Rimini dal quale, il prossimo anno, lanceremo nuove rotte. Siamo pronti a lavorare a stretto contatto con l’Aeroporto di Rimini e a incrementare traffico, rotte e posti di lavoro nei prossimi mesi e anni.” Leonardo Corbucci, AD dell’Aeroporto di Rimini, ha commentato: “Per l’aeroporto Fellini e per la Romagna tutta è una grande opportunità lavorare nei prossimi anni con la principale compagnia aerea in Italia e in Europa.” Nessuna indiscrezione sulle rotte. Nel 2012 Ryanair volava verso Londra e Francoforte. I principali mercati incoming per Rimini sono la Germania e la Russia, oltre ovviamente al mercato interno che vedrebbe di buon grado la possibilità di volare a Rimini da altre città italiane con le tariffe Ryanair.

Webitmag - Web in Travel Magazine

FeaturedNewsTrasportiTrasporti aereiAeroporto di RiminiRiminiRyanair

La startup che si è adeguata in sette giorni alle norme sulla cedolare secca

La startup che si è adeguata in sette giorni alle norme sulla cedolare secca

Come risposta alle lamentele di Airbnb e Homeaway secondo cui non era possibile adeguarsi in così poco tempo alle nuove norme sul sostituto d’imposta per i portali di prenotazione appartamenti, Repubblica racconta la storia di una startup italiana nel settore dell’home rental, Rentopolis di Stefano Bettanin, che è riuscita ad adeguarsi in circa una settimana alle nuove leggi. Le dimensioni delle aziende sono molto diverse: Rentopolis non ha più di 200 appartamenti sul sito e molto meno traffico, ma la storia dimostra che lo scoglio non è di natura tecnologica ma più di volontà nello studiare e applicare possibili soluzioni. Come spiega Bettanin a Repubblica: “Da aprile era già chiaro quale fosse la direzione, quindi abbiamo subito iniziato a studiarne la fattibilità. Poi per aggiornare il codice è bastata una settimana”. Da giugno quindi Rentopolis trattiene il dovuto come sostituto di imposta e il prossimo 16 di agosto effettuerà il primo versamento al fisco. Chi invece non si adeguerà rischia multe fino al 20% delle somme non trattenute.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Extra alberghiero e home sharingInnovazioni e startupNewsAirbnbHome sharingLa startup del giornoRentopolis

InViaggi rileva in Tunisia il Kelibia Beach Hotel & Spa

InViaggi rileva in Tunisia il Kelibia Beach Hotel & Spa

Dopo una laboriosa trattativa, è stata completata l’operazione per l’acquisizione del Kelibia Beach Hotel & Spa in Tunisia da parte di Promovacanze, azionista di maggioranza del tour operator InViaggi. Con l’acquisizione, la proprietà rafforzerà anche la presenza nella società di gestione operativa della struttura, per la quale ha in serbo numerose novità negli spazi e nei servizi. Il Kelibia Beach Hotel & Spa, già inserito nella programmazione InViaggi 2017 dall’inizio della stagione e commercializzato nella formula Orange Club, è molto noto al mercato e gode da anni del favore della clientela italiana. L’acquisizione significherà da subito una maggiore attenzione alla struttura da parte di InViaggi che ha programmato, a partire dal 7 agosto, quattro rotazioni supplementari di voli con partenze da Milano Malpensa.

Webitmag - Web in Travel Magazine

Catene e alberghiNewsSettore Ricettivo e OspitalitàTour operatorInViaggi

Il fornitore di sistemi di video recruitment, Visiotalent, apre in Italia e assume 30 dipendenti

Il fornitore di sistemi di video recruitment, Visiotalent, apre in Italia e assume 30 dipendenti

Visiotalent, società francese leader di sistemi di Video Recruitment di ultima generazione, ha annunciato un’espansione a livello europeo con l’apertura di tre nuovi uffici a Milano, Bruxelles e Madrid. Fondata nel 2014 dagli imprenditori francesi Gonzague Lefebvre e Louis Coulon, oggi conta uno staff di 35 dipendenti a Lille, Parigi, Lione e Nantes. L’annuncio rappresenta quindi l’apertura delle prime sedi al di fuori del territorio francese: parte di questo piano di espansione è, inoltre, l’assunzione, entro i prossimi 18 mesi, di oltre 30 nuovi dipendenti su questi nuovi mercati. Progettato per semplificare il processo di selezione del personale, il sistema di Video Recruitment di Visiotalent consente ai professionisti delle risorse umane di invitare i candidati a registrare una video intervista a supporto della propria candidatura. Visiotalent offre, inoltre, l’opportunità alle aziende di individuare rapidamente il potenziale, la motivazione e la personalità dei candidati, senza passare dalla prima fase dei colloqui conoscitivi effettuati tramite telefono o Skype. “Benelux, Italia e Spagna rappresentano i primi passi dell’ambizioso progetto di espansione sul mercato internazionale di Visiotalent. Aprendo i nostri nuovi uffici a Milano, Bruxelles e Madrid e coinvolgendo esperti locali, potremo offrire ancora maggiori opportunità ai nostri clienti ed aiutarli a rendere ancora più efficace il processo di assunzione di nuovo personale”, ha commentato il CEO di Visiotalent Gonzague Lefebvre.

Webitmag - Web in Travel Magazine

NewsOfferte di lavoro e nominelavoro