Ultime news sul turismo

Toscana Ovunque Bella, nasce il portale istituzionale dedicato allo storytelling

Si chiama Toscana Ovunque Bella il nuovo progetto tenuto a battesimo dalla Regione per raccontare le infinite ricchezze del territorio. La ricetta vede come ingrediente principale lo storytelling e punta, come si legge sul sito, a promuovere “ogni giorno dell’anno uno dei nostri 279 Comuni e tutti i Comuni per 365 giorni all’anno”. Da qui l’idea di dare ai territori la possibilità di scrivere insieme le pagine di una grande storia in cui ognuno presenta il proprio racconto che, insieme agli altri, contribuirà a illustrare la bellezza, l’arte e la storia della Toscana. Il progetto punta a dare risalto alle tante curiosità, alle storie irripetibili e ancora tutte da raccontare di cui la regione è ricca. “È un’opportunità per mettere in luce il meglio che la Toscana del buon vivere ha da offrire sia al pubblico internazionale che a quello nazionale”, si legge ancora sul sito. Come districarsi tra tanta ricchezza? I turisti possono filtrare le storie facendo una ricerca anche sulla base di specifici interessi, scegliendo un territorio in particolare, usando parole chiave o navigando la mappa. Ancora, si può fare una ricerca per accessibilità, arte e cultura, borghi e città d’arte, campagna, enogastronomia, eventi, shopping, siti Unesco, cammini e per finire selezionando i luoghi gay friendly. Il progetto della Regione è realizzato col supporto di Toscana promozione turistica, Fondazione Sistema Toscana e Anci.

DestinazioniEnti localiItaliaNewsNews dal webstorytellingToscana Ovunque Bella

AccorHotels firma un accordo per lo sviluppo di Banyan Tree

AccorHotels ha annunciato la firma di un protocollo d’intesa con Banyan Tree Holdings per una partnership a lungo termine tesa allo sviluppo e alla gestione degli hotel a marchio Banyan Tree in tutto il mondo. In base ai termini dell’accordo. Banyan Tree avrà anche accesso alla piattaforma globale di prenotazioni e vendite di AccorHotels e al suo programma di fedeltà, Le Club AccorHotels. AccorHotels investirà una somma iniziale di 16 milioni di euro nella società  Banyan Tree con base a Singapore. In seguito, entrambe le parti svilupperanno i marchi di proprietà di Banyan Tree nel mondo. L’investimento sarà realizzato attraverso un’obbligazione convertibile in azioni che al momento della conversione frutterà ad AccorHotels una partecipazione in Banyan Tree pari al 5%. AccorHotels dispone inoltre di un’opzione per l’acquisto per circa il 5% di ulteriori azioni. “La nostra collaborazione con Banyan Tree rappresenta una grande opportunità di estendere la nostra offerta di servizi a società proprietarie di marchi iconici, continuando a proporre sempre il meglio ai nostri ospiti – ha dichiarato Sebastien Bazin, Presidente e ceo di AccorHotels -. Banyan Tree Holdings ha creato posizioni chiave in Asia con i resort di lusso, uno dei segmenti in più rapida crescita nel settore. Metteremo a profitto la nostra presenza internazionale e la nostra capacità nello sviluppo e gestione degli hotel a marchio Banyan Tree nel mondo, rinforzando allo stesso tempo la nostra leadership nell’hôtellerie di lusso. Siamo convinti che questo investimento creerà valore per i nostri azionisti”.   “Questo accordo non rappresenta solo un’importante evoluzione per Banyan Tree ma è anche un’innovazione per l’industria globale dell’ospitalità – ha aggiunto Ho Kwon Ping, presidente esecutivo di Banyan Tree -. Con l’attuale consolidamento di grandi gruppi alberghieri, i player internazionali più piccoli – spesso di proprietà di famiglie – cercano allo stesso modo alleanza strategiche con i giganti dell’industria. La nostra alleanza strategica con AccorHotels ci permette di rimanere una società indipendente e di continuare il nostro sviluppo in contratto di gestione autonoma, accelerando il ritmo di crescita dei nostril marchi nel mondo attraverso AccorHotels”.

Catene e alberghiFeaturedNewsSettore RicettivoaccordoaccorhotelsBanyan Tree

Holiday Inn, nel cuore di Londra un super hotel da 708 camere

InterContinental Hotels Group® ha inaugurato uno dei più grandi Holiday Inn d’Europa:  Holiday Inn® London – Kensington. Composto di 708 camere, l’hotel è situato ai piedi del cuore storico londinese, a pochi passi da attrazioni quali Kensington Palace e Royal Albert Hall, nonché i numerosi musei della zona. Per i turisti stranieri è previsto anche un accesso facilitato all’aeroporto di Heathrow grazie alla stazione ferroviaria di Paddington, a soli 15 minuti di distanza. Con un grande open space multifunzionale dove gli ospiti possono incontrarsi, bere qualcosa, pranzare e cenare nei ristoranti e bar, l’hotel include anche 13 sale riunioni, munite di attrezzature audio visive, con una capienza di 250 persone. Tra le altre facilitazioni ci sono la Spa e Imagine Health Club dotato di una piscina da 18 metri, sauna, bagno turco, palestra e una rilassante jacuzzi. A disposizione degli ospiti anche il wi-fi gratuito e la tv LCD con satellite integrato. “Siamo elettrizzati di aprire le porte dell’Holiday Inn London-Kensington, nel cuore pulsante della capitale inglese. – ha commentato Mike Greenup, Vice Presidente del Brand Holiday Inn®- Con le sue 708 camere l’hotel si presenta come uno dei più grandi d’Europa. Noi di Holiday Inn crediamo che il piacere del viaggio sia un lusso che tutti debbano poter sperimentare, ci auguriamo che Holiday Inn London-Kensington sarà la scelta di chi vuole optare per un viaggio in famiglia oppure per un viaggio di affari”.  

Catene e alberghiNewsSettore RicettivoHoliday InnHoliday Inn London KensingtonIHGLondra

Federalberghi, per il ponte in viaggio 6,9 milioni di italiani: +12,9%

In base alle analisi di Federalberghi, in questi giorni di ponte saranno oltre 6,9 milioni gli italiani in viaggio  che dormiranno almeno 1 notte fuori casa per turismo, con un +12,9% rispetto i 6,1 milioni del 2015. Il dato assoluto equivale all’11,4% della popolazione tra maggiorenni e minorenni. Il 93% dei vacanzieri rimane nel Bel Paese, mentre il 7%, pari a quasi 479 mila italiani, andrà all’estero, con una netta preferenza per le grandi capitali europee. In Italia, le regine saranno le città d’arte maggiori e minori. “È un segnale positivo quello che emerge dai dati previsionali sui consumi turistici degli italiani per il ponte vacanziero dell’8 dicembre”, ha commentato il Presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca. “Un segnale che conferma la ripartenza del sistema turistico nazionale”.

Analisi e StudiIstituzioni ed enti del turismoNewsStudiBernabò Boccacittà d'arteFederalberghiponte

Il Gruppo Alpitour apre le vendite dell’estate

Il Gruppo Alpitour ha aperto le vendite della prossima stagione estiva, con un deciso anticipo rispetto agli anni passati. Questo anche per il forte impulso dato alle prenotazioni in logica di advance booking che passa anche attraverso una contrattazione più efficace e strumenti tecnologici e promozionali rivolti alle agenzie di viaggi e ai loro clienti. I primi brand ad aprirsi all’estate 2017 sono AlpiClub, Villaggi Bravo e SeaClub. Tutte le novità di prodotto si concentrano sulle destinazioni più importanti per il mercato italiano e con il più elevato tasso di crescita. Degli otto nuovi AlpiClub, sei infatti si trovano fra Italia e Grecia: l’AlpiClub Le Zagare in Sardegna, AlpiClub Porto Giardino in Puglia e l’AlpiClub Pian dei Mucini in Toscana, l’AlpiClub Blue Dolphin a Sithonia in Penisola Calcidica, l’AlpiClub Anissa Beach a Creta e l’AlpiClub Labranda Kiotari Bay a Rodi. In Messico approda l’AlpiClub Grand Bahia Principe Club Tulum, mentre a Marsa Alam spicca l’AlpiClub Dream Lagoon, noto resort particolarmente apprezzato dalla distribuzione e con una rinnovata gestione italiana. Due novità anche per Villaggi Bravo, che presenta a Creta il Bravo Istron Bay nella baia di Mirabello e, da maggio, trasferisce il suo format di successo al Fantazia Resort, lungo uno dei tratti di mare più belli di Marsa Alam. Viene inoltre allargata la stagionalità del Bravo Viva Fortuna Beach a Grand Bahama e data continuità annuale al Bravo PavoReal Beach in Messico. Analogo focus per Francorosso, che arricchisce la sua collezione con dieci nuove strutture, fra SeaClub e Sea Diamond, sempre localizzate sulle tre destinazioni mediterranee. In Puglia si trova il Sea Diamond Borgobianco Resort & Spa, mentre in Sicilia fa l’ingresso il Sea Diamond VOI Grand Hotel Atlantis Bay, recente acquisto dalla catena VOIhotels del Gruppo Alpitour. In Spagna, due nuovi SeaClub a Ibiza, il Sirenis Tres Carabelas e l’Insotel Club Tarida Playa, due a Minorca, il SeaClub Viva Rey Don Jaime e il SeaClub Insotel Cala Mandia Resort & Spa, chiude poi Lanzarote, con il Sea Diamond Princesa Yaiza Suite Hotel Resort. Grecia ancora protagonista con la Penisola Calcidica, dove si trovano il SeaClub Anthemus Sea Beach Hotel & Spa e il Sea Diamond Sani Beach, concludendo infine con il Sea Diamond Grecotel Amirandes a Creta. Nuova versione per PARTI E RIPARTI che assicura vantaggi esclusivi a chi prenota entro il 28 febbraio 2017. Nell’ambito di questa iniziativa, a coloro che sottoscriveranno anche l’assicurazione “TOP Booking Plus” o “VIP”, verranno consegnati in agenzia un trolley da viaggio e un buono sconto fino a 200 euro a pratica da spendere per una futura vacanza con il Gruppo Alpitour. Infine per chi viaggia con i più piccoli, fino al 31 marzo 2017, la Promozione Famiglie garantisce, su una selezione di strutture, la gratuità sulla quota volo e soggiorno per il primo bambino.

FeaturedNewsTour operatorTour operator e Agenzie viaggiAlpiClubEstate 2017gruppo alpitourParti e ripartiSeaClubVillaggi Bravo

SalvaVacanza, l’advance booking di successo firmato Eden Viaggi:

SalvaVacanza si conferma un’operazione di successo. La promozione, ideata dal Gruppo e terminata il 30 novembre scorso, aveva l’obiettivo di incentivare l’advance booking e agevolare i viaggiatori italiani nella scelta delle prossime vacanze di Capodanno, Pasqua o della prossima estate grazie al prolungamento della data di partenza che, in questa edizione, includeva le partenze fino al 31 luglio 2017. E l’obiettivo è stato centrato. “Il SalvaVacanza conferma il suo successo commerciale anche nella seconda edizione, catalizzando in ‘advance booking’ ben il 74% delle pratiche confermate sui brand Eden Viaggi, Margò, Eden Made e Hotelplan anche grazie alla pronta risposta del mercato” dichiara Angelo E. Cartelli,direttore commerciale Eden Travel Group che aggiunge: “i clienti sembrano infatti aver colto l’opportunità di assicurarsi ‘un posto al Sole’ senza pensieri, prenotando le vacanze al miglior prezzo, con partenze incluse fino a luglio e con la serenità di poter cambiare idea per qualunque motivo e senza perdere nulla. Gli agenti di viaggio hanno trovato un valido strumento per spingere e orientare le vendite con le prenotazioni anticipate anche per i pacchetti con volo di linea e low cost o ‘traghetto e soggiorno’. Anche le proposte Turisanda, presenti nel catalogo in distribuzione in questi giorni, hanno registrato vendite importanti non solo per Natale Capodanno ed Epifania ma anche per il periodo gennaio-maggio”.

NewsTour operatorTour operator e Agenzie viaggiAngelo E. CartelliEden ViaggiHotelplanMargòSalvaVacanza

A Milano va in scena l’aperitivo degli antichi Romani

Nel Foro romano di Milano una taberna dove degustare l’unico aperitivo di Milano con oltre 2.000 anni di storia.  Questo è quello che propone l’Aperitivo degli antichi romani, iniziativa organizzata da MilanoCard, in programma al Foro Romano di Milano tutti i giovedì e venerdì dalle 18.00 alle 20.00. In questa occasione visitando il Foro Romano, si potrà entrare in una taberna e degustare vini e cibi ispirati alle tradizioni dell’antica Roma e alle ricette di Apicio, il più illustre gastronomo dell’antichità. Le pietanze sono servite con stoviglie decorate a mano e serviti da un oste in costume. Non è un semplice aperitivo, ma un’esperienza che farà riscoprire un luogo simbolo di Milano e curiosità sui cibi che venivano preparati 2.000 anni fa con ingredienti che sono oggi di uso comune, ma che un tempo erano paragonati all’oro.  Per partecipare è necessario prenotarsi a foro@milantourismpoint.com. La durata della degustazione è di circa 30 minuti, possono accedere al Foro massimo 15 persone alla volta.  Al termine dell’aperitivo è possibile visitare, con un biglietto separato, la vicina Cripta di San Sepolcro nell’omonima piazza e il cui pavimento è stato realizzato con lastre di marmo provenienti del Foro. La Cripta è stata recentemente riaperta dopo essere rimasta chiusa e inagibile al pubblico per oltre 50 anni dopo una storia millenaria che l’ha vista essere il vero centro della città, come disegnato anche da Leonardo da Vinci, quale incrocio tra il Cardo e il Decumano. La Cripta custodisce affreschi del 1100, sculture e pavimentazione di epoca romana e tombe medioevali.

Arte e CulturaDestinazioniEnogastronomiaItaliaLeisureNewsantichi RomaniaperitivoApicioForo di MilanoMilano

10 milioni di fatturato per One Day Group nel 2016 grazie ai Millennials

OneDay Group, business factory dedicata ai Millennials con il tour operator SG Tour e i marchi ScuolaZoo e Zoocom ha chiuso l’anno raggiungendo l’obiettivo di 10 milioni di euro di fatturato. Il Gruppo, forte di un tasso crescita medio del +40% nell’ultimo triennio, ha registrato quest’anno un +28,2% y/y e visto crescere il proprio organico da 47 a 62 persone assunte full time. Fatti che dimostrano la solidità finanziaria del gruppo e l’efficacia del business model intrapreso, focalizzato sul coinvolgimento dei millennials su asset a loro dedicati e in ambienti da loro frequentati in modo da poter poi coinvolgerli  negli eventi e nei viaggi organizzati. Le dimensioni raggiunte di OneDay Group hanno portato alla decisione di allargare il Board del gruppo non solo ai partner storici Paolo De Nadai, Francesco Fusetti e Betty Pagnin, ma anche ad Alberto Poma, Chief Financial Officer del gruppo e Stefano Marchi, imprenditore con oltre 15 anni di esperienza nel settore digitale a completare un CDA così in equilibrio tra azionisti, manager operativi e consiglieri esterni. In particolare, ScuolaZoo si conferma la community degli studenti leader in Italia. Grazie ai suoi asset (2.300.000 utenti unici mensili, eventi in 35 città e un nuovo sito web dedicato ai maturandi con 500mila utentu unici mensili) ha registrato un fatturato di 1,6 milioni di euro. Parlando di viaggi, SGTour, il tour operator dedicato alle community di OneDay Group, ha chiuso l’anno con 33 settimane di viaggio evento in 16 destinazioni diverse e un fatturato di 6 milioni di euro quest’anno. Tra le milestone messe a segno dal gruppo ce ne sono in particolare 4 da segnalare: ScuolaZoo Viaggi Evento ha abbattuto quest’estate il traguardo dei 10.000 ragazzi portati in viaggio, con 26 settimane organizzate in estate in 11 destinazioni europee diverse  Ai viaggi estivi si aggiungono i viaggi evento per il Capodanno che aggiungono 3 destinazioni. In totale, celebreranno il Capodanno di ScuolaZoo 1.500 ragazzi SGTour si è aperta a nuove community: a luglio è stato organizzato il primo CruiseBreak, viaggio evento organizzato in collaborazione con SNAV e dedicato agli amanti della musica elettronica a cui hanno partecipato 200 music lovers A questo si aggiungono i viaggi evento arcobaleno: SGTour ha infatti incubato quest’anno Gbreak, il primo format di viaggio evento dedicato alla comunità LGBT. La prima occasione sarà il Ponte dell’Immacolata a cui parteciperanno 200 partecipanti Infine ZooCom, la media agency del gruppo ha registrato un fatturato di 2,4 milioni di euro a soli due anni dalla sua fondazione. “OneDay Group si basa su un business model unico, in cui i Millennial non sono solo il target di riferimento dei servizi delle company del gruppo, ma un vero e proprio asset.” Commenta Paolo De Nadai, CEO di OneDay Group. “La Community di ScuolaZoo infatti non è solo un media, ma una vera e propria comunità di persone che coinvolgiamo e partecipa sentitamente a iniziative e progetti. ScuolaZoo, SGTour e ZooCom, ognuna nel proprio ambito, sono i partner ideali di aziende e istituzioni per presentarsi, dialogare e coinvolgere il target nelle proprie iniziative.”

Analisi e StudiNewsTour operator e Agenzie viaggiMillennialsOneDay GroupScuolaZooSG Tour

Malpensa Express: al Terminal 2 arriveranno 146 treni al giorno

Tutto pronto per il nuovo collegamento di Trenord per il Terminal 2 di Malpensa che prenderà il via l’11 dicembre prossimo: sono 146 le corse che ogni giorno, 7 giorni su 7, dall’alba a dopo la mezzanotte, percorreranno la nuova linea che va dal Terminal 1 al Terminal 2 in 6 minuti, compreso un minuto di sosta al T1 per salita e discesa passeggeri. Da Milano Cadorna si potrà raggiungere il T2 in 43 minuti, da Milano Porta Garibaldi in 47 e da Milano Centrale in 57. Gli orari di partenza dalle stazioni di Milano rimarranno invariati. Da Milano Cadorna i treni partiranno ai minuti .27 e .57 di ogni ora, da Milano Centrale ai minuti .25 e .55, da Milano Porta Garibaldi ai minuti .05 e .35. Le partenze dal T2 per Milano saranno una ogni quarto d’ora circa: ai minuti .20 e .50 le corse in direzione Milano Cadorna, ai minuti 7. e .37. quelle verso Milano Porta Garibaldi/ Centrale. Complessivamente, Malpensa Express assicura 8 corse all’ora tra l’aeroporto e Milano, 4 per direzione, una ogni 15minuti. Arriveranno fino al T2 anche le corse da Luino/Bellinzona di Tilo, la società partecipata al 50% da Trenord e Ferrovie Federali Svizzere. Invariato il prezzo del biglietto: corsa singola a 13 euro, andata e ritorno in giornata a 20 euro, Malpensa Family valido per 2 adulti e 2 ragazzi (dai 4 ai 18 anni non compiuti) a 33 euro e carnet di 6 corse a 71 euro con un risparmio del 10%. Biglietto di corsa singola e andata e ritorno sono acquistabili anche online su store.trenord.it e tramite la App Trenord, disponibile gratuitamente per iOs e Android. Trenord, nella stazione ferroviaria del T2, aprirà anche una nuova biglietteria che farà servizio clienti tutti i giorni, festivi inclusi, dalle 6.15 alle 21.20. Lo spazio è totalmente accessibile e ha un layout innovativo aperto e accogliente, pensato per un dialogo diretto con il cliente e senza alcuna barriera. Qui sarà possibile acquistare tutti i titoli di viaggio Trenord e ricevere informazioni e consigli per muoversi in Lombardia. Malpensa Express, clienti soddisfatti e in continua crescita Le linee che raggiungono l’aeroporto registrano – così come l’intero sistema ferroviario regionale in Lombardia – una domanda in continua crescita, superando nel 2015 i due milioni di passeggeri (+6% sul 2014). Trend di crescita confermati anche quest’anno: nel luglio scorso, ad esempio, i clienti del Malpensa Express sono stati in media più di 25mila al giorno, con un aumento dell’8% sul luglio 2015 e del 33% rispetto al luglio 2014. Età media 40 anni, in leggera prevalenza uomini (55%), laureato (44%) o diplomato (48%), raggiunge l’aeroporto per lavoro nel 56% dei casi o per viaggi di piacere nel 34%. Il cliente del Malpensa Express sceglie il treno per la comodità di viaggio offerta (57%), velocità di spostamento (35%), per evitare problemi di traffico (30%) e costi di parcheggio (28%). I clienti promuovono il servizio Malpensa Express: secondo l’ultima indagine di Customer Satisfaction relativa al primo semestre 2016, il 92% dei clienti è soddisfatto del servizio aeroportuale. In particolare, i passeggeri apprezzano l’accessibilità e il comfort dei convogli, l’offerta ferroviaria e il tempo di viaggio in termini di durata e puntualità del viaggio. Il servizio Malpensa Express viene effettuato con treni di ultima generazione Coradia Meridian monopiano in composizione semplice o accoppiata da più di 500 posti a sedere.

FeaturedNewsTrasportiTrasporti su strada e su rotaiaMalpensaExpressTrenord

Betty Radier è il nuovo CEO di Kenya Tourism Board

Betty Radier è la nuova Chief Executive Officer del Kenya Tourism Board. Al momento dell’annuncio della nomina, il Presidente del KTB, Mr. Jimi Kariuki, ha affermato che il Consiglio era assolutamente sicuro che la Dr. Radier avesse le qualifiche giuste per guidare il Kenya Tourism Board e ha ringraziato il CEO dimissionario Jacinta Nzioka, per l’ottimo lavoro svolto in 9 mesi di mandato. Sulla nomina della Radier, il Presidente ha affermato: “Siamo lieti che la Dr. Radier prenda il comando del KTB in un momento in cui l’Ente continua a fare progressi nel percorso di ripresa, in termini di performance turistiche. Non ho alcun dubbio che lei sia la persona giusta per prenderne il timone nel momento, per altro, in cui l’Ente si avvia a celebrare il suo 20° anniversario, il prossimo anno”, Betty Radier nel discorso di insediamento ha sottolineato come il Kenya Tourism Board debba sfruttare l’opportunità di lavorare insieme ai keniani per promuovere la nazione a livello turistico e, allo stesso tempo, attirare sempre più turisti nel Paese mostrando loro le sue incredibili bellezze. Infine, ha ripetuto che le relazioni che il Kenya Tourism Board ha con gli stakeholder, specialmente del comparto turistico, devono essere condivise con tutto il team, dato che le stesse giocano un ruolo chiave nel programma delle attività dell’organizzazione.

NewsOfferte di lavoro e nomineBetty RadierKenya Tourism Boardnomine

L’Enac presenta il nuovo sistema di sorveglianza sugli operatori aeronautici

Il Direttore Generale dell’ENAC, Alessio Quaranta ha presentato il 5 dicembre scorso all’aeroporto di Fiumicino il nuovo sistema per la sorveglianza dell’Ente sugli operatori aeronautici basato su indicatori di prestazione. Il programma di sorveglianza, basato su un approccio di maggiore vicinanza tra l’Autorità aeronautica e le organizzazioni sorvegliate è sviluppato tenendo conto della natura specifica dell’organizzazione, della complessità delle sue attività, dei risultati delle attività di certificazione e/o di sorveglianza passate, nonché sulla valutazione dei rischi associati. In questo modo l’ENAC affianca all’approccio prescrittivo, che prevede il controllo della rispondenza alla normativa tecnico-operativa, un approccio basato sulla prestazione (performance based oversight) dell’operatore. Il nuovo metodo prevede indicatori che permettono all’ENAC di modulare l’intensità della sorveglianza, che potrà essere pianificata adeguando la frequenza e la tipologia delle verifiche in funzione della qualità della performance. Per le certificazioni COA i cicli di verifica potranno essere estesi in caso di buona prestazione, ridotti in caso contrario, tenendo conto dei risultati dei precedenti periodi di sorveglianza. Alle organizzazioni più virtuose dal punto di vista prestazionale sarà, quindi, riconosciuta una maggiore affidabilità. La nuova impostazione della sorveglianza ha riscosso molto interesse tra gli addetti ai lavori, che hanno apprezzato l’intenzione dell’ENAC di stabilire i rapporti con l’utenza in modo sempre più trasparente e collaborativo, nella convinzione che l’apporto degli stakeholder sia fondamentale per costruire un sistema di trasporto aereo sempre più sicuro, moderno ed efficiente. “Pur essendo consapevoli del ruolo istituzionale dell’ENAC nel campo della sicurezza aerea, sono convinto che essa sia un patrimonio comune di tutti gli operatori del settore“ ha dichiarato Roberto Vergari, Direttore Centrale Vigilanza Tecnica ENAC a margine dell’incontro. “Per questo – ha continuato – tutti siamo chiamati, ENAC per primo, a dare il contributo alla crescita del settore, che dipende anche dalla fiducia nei rapporti tra Ente vigilante e gli operatori vigilati. Dal 2017 in poi, ciascuno avrà una sorveglianza ‘taylor made’, che terrà conto delle eccellenze, alleggerendo le ingerenze; una sorveglianza che interverrà a sostegno in caso di difficoltà, fermo restando il rispetto delle regole tecnico-operative. Tengo a sottolineare che la performance based oversight dovrà segnare anche un cambio di mentalità, passando dalla sorveglianza intesa come controllo volto alla sanzione, alla sorveglianza intesa come percorso comune di miglioramento degli standard di sicurezza”.

Enti localiInfrastruttureNewsTrasportiTrasporti aereiEnac

Hotel e italiani: viaggio nelle preferenze dei turisti nazionali tra tic e manie

Quale è il rapporto tra italiani e hotel? Lo studio promosso da Nestlé Professional svela preferenze, ma anche tic e manie, di circa 2.400 turisti nazionali tra i 20 e i 55 anni. Attraverso il monitoraggio di social network, community e siti dedicati al mondo dell’hotellerie e dei viaggi lo studio fotografa il rapporto tra gli italiani e gli hotel durante i soggiorni. E se per un italiano su 2 (49%) l’hotel rappresenta il luogo della nuova Dolce Vita ben 6 su 10 (59%) sognano di rivivere anche a casa le esperienze vissute in albergo, dalla colazione alle attività al relax. Tra i criteri di scelta di un hotel al 1° posto la reputazione di cui gode (38%), al 2° la professionalità del personale (33%), al 3° plus e servizi offerti (22%), e poi la posizione strategica (21%). Le strutture preferite? Lusso (47%), design d’avanguardia (29%) e palazzi storici (19%). Tra i tic e le manie degli italiani in albergo in pole position la paura di dimenticare qualcosa al momento della partenza (71%), seguita dall’ispezione della stanza: il 33% prima ancora di togliersi il soprabito o appoggiare la borsa verifica dimensioni della stanza, vista, arredo, accessori. Il 13% invece preferisce “prenderne possesso”, mettendosi subito a disfare le valigie e a sistemare tutto. Queste vere e proprie ispezioni non mancano di evidenziare una serie di “mancanze” che fanno aumentare la nostalgia di casa: dalle pantofole (29%) all’accappatoio (28%) allo spazzolino con relativo dentifricio (24%). Ma anche qualcosa da mangiare, che vada oltre alle solite arachidi e patatine (23%), riporta Askanews. Il 36% poi ha sempre il timore di trovarsi “vicini” troppo rumorosi, o incorrere in problemi nella prenotazione e ritrovarsi all’ultimo minuto senza alloggio (25%). E tra i desiderata? Soprattutto pulizia (43%), comfort (42%), servizi degni della reputazione della struttura (36%), ma anche letti confortevoli (34%), bagni accessoriati (27%), riservatezza (26%), un design degli interni ricercato (21%), e relax assoluto (12%).

Analisi e StudiCatene e alberghiNewsSettore RicettivoStudiComforthotelNestle Professionalreputazione

Italobus, nuova fermata all’aeroporto di Bergamo – Orio al Serio

Dall’11 dicembre Italobus arà tappa anche all’aeroporto di Milano Bergamo (fermata all’interno del parcheggio P3 Smart dell’aeroporto, collegato all’aerostazione da bus navetta ogni 20 minuti) e a Capriate (fermata autostradale A4 Milano – Venezia). La fermata all’Aeroporto di Milano Bergamo faciliterà gli spostamenti sia di quanti vorranno prendere un volo o vi atterreranno, sia di coloro che abitano nell’hinterland bergamasco e, lasciando l’automobile in aeroporto, potranno partire con l’Italobus alla volta del network Italo. La nuova fermata sarà servita da 6 collegamenti giornalieri: 3 per chi scendendo da un treno Italo vorrà raggiungere l’aeroporto da Milano Rogoredo e altri 3 per i viaggiatori che dall’aeroporto vorranno arrivare a Milano Rogoredo per poi da lì prendere un Italo e raggiungere le tante destinazioni del network Ntv. Dal parcheggio P3 dell’Aeroporto di Milano Bergamo ci sarà una corsa con partenza alle 6:25 con arrivo a Rogoredo alle 7:20 (questo orario sarà valido da lunedì a venerdì, nel fine settimana la partenza sarà posticipata alle 8:25), e le altre due alle 13:25 per arrivare in stazione alle 14:20 e alle 17:25, che raggiungerà Milano Rogoredo alle 18:20. Per chi invece vorrà raggiungere l’Aeroporto di Milano Bergamo, le tre corse a disposizione partono dalla stazione di Milano Rogoredo alle 11.20 con arrivo alle 12.15, alle 15.20 con arrivo alle 16.15 e alle 19.20 con arrivo alle 20.15. I passeggeri Italobus avranno diritto a una riduzione del 20% sul prezzo del parcheggio P3 Smart dell’Aeroporto di Milano Bergamo, ritirando il buono sconto a bordo del bus. Inoltre, ogni fine settimana Italo lancia promozioni ad hoc per il servizio Italobus e anche la fermata dell’Aeroporto di Milano Bergamo sarà interessata da queste offerte. Il servizio Italobus, inaugurato a fine 2015 nell’aera della Mediopadana, collega le città di Modena, Mantova, Parma, Cremona e Carpi dalla stazione di Reggio Emilia AV Mediopadana; le città di Potenza, Matera, Taranto, Picerno e Ferrandina dalla stazione di Salerno e la città di Bergamo dalla stazione di Milano Rogoredo.

NewsTrasportiTrasporti su strada e su rotaiaAeroporto Milano BergamoItalo trenoItalobusRogoredo

Tunisia, il turismo cresce del 4,7%

Il ministro tunisino del Turismo e dell’Artigianato, Salma Elloumi Rekik, ha dichiarato un aumento delle presenze turistiche in Tunisia del 4,7% nei primi 11 mesi del 2016 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Lo riporta AnsaMed. Fino al 30 novembre, infatti, sono stati 5 milioni e 190 mila i turisti stranieri che hanno scelto la Tunisia per le loro vacanze. Dati incoraggianti, merito anche dell’incremento del numero dei turisti algerini, (+16%) che fanno ben sperare per il 2017, anno nel quale, secondo il ministro Elloumi, la percentuale del turismo nazionale sul Pil potrebbe raggiungere il 14%

DestinazioniMondoNewsSelma Elloumi RekikTunisiaturisti

Il merengue dominicano diventa Patrimonio dell’Unesco

Il merengue diventa Patrimonio dell’Unesco. Il celebre e vivace ritmo musicale della Repubblica Dominicana è stato riconosciuto come simbolo della storia e della cultura del Paese, e dichiarato dall’Unesco Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. La musica da sempre rappresenta un elemento fondamentale nell’isola. Non c’è casa, strada o spiaggia dove non regni il ritmo contagioso del merengue, ma anche della bachata o del son. Non sorprende che la gente si lasci spesso prendere dalle note e dai canti, o improvvisi qualche passo di danza, perché il merengue pervade ogni ambito della vita quotidiana dei dominicani, dai momenti di festa alle manifestazioni a carattere politico. “Il merengue è l’espressione dell’identità e dell’allegria del nostro popolo che ora si manifesta a tutto il mondo – dichiara Francisco Javier Garcia, Ministro del Turismo – ha un potere aggregante in quanto contribuisce alla convivenza pacifica tra le comunità e riesce ad attrarre classi sociali differenti”. Nato da influenze spagnole, africane e indigene, oggi il merengue è suonato da grandi musicisti che l’hanno fatto conoscere in tutto il mondo. Oltre a popolare tutte le feste tradizionali della Repubblica è celebrato a fine luglio in un Festival del Merengue a Santo Domingo, che per l’occasione si anima con esibizioni folkloristiche in costume, mercatini di artigianato, feste ed eventi dedicati alla gastronomia locale.

Arte e CulturaDestinazioniLeisureMondoNewsFrancisco Javier GarciamerenguePatrimomio UnescoRepubblica Dominicana

Aerei, nascono le autostrade dei cieli: dritte, per risparmiare e inquinare meno

Nascono le autostrade dei cieli, e saranno “dritte”, per risparmiare e inquinare meno. A partire dall’8 dicembre l’Enav ha autorizzato le compagnie aeree a cambiare le proprie rotte, consentendo agli aerei che viaggiano sopra gli 11 mila metri di poter abbandonare le rotte a zig-zag. Può sembrare una banalità, ma “andare dritti” consente di risparmiare tempo e soprattutto carburante, con un conseguente vantaggio ambientale. La possibilità di utilizzare queste “autostrade” nei cieli non comporterà grandi vantaggi al singolo utente, ed è stato calcolato che sorvolare tutta l’Italia si ridurrà solo di circa 17,5 km, pari a circa 80 secondi. Un dato che può sembrare esiguo, ma se moltiplicato per tutti gli aerei che ogni giorno attraversano i nostri cieli diventa consistente. Stando all’Enav, riporta TgCom24, sono 3.500, su un totale di 6.000, gli apparecchi che sfrutteranno le autostrade celesti ogni giorno. Con un risparmio, in termini di distanza, pari ad almeno 61.250 km (una volta e mezza l’equatore), e in termini di tempo pari a 77 ore in meno di motori aerei accesi. Per quanto riguarda il carburante ciò si traduce in 200 mila kg di combustibile risparmiato, ovvero 600 tonnellate di Co2 in meno. Dal punto di vista economico le compagnie aeree risparmieranno invece circa 75 milioni. Per una volta sarà l’Italia il primo Paese a sperimentare questa direttiva, perché Bruxelles ha fissato al 2022 la liberalizzazione delle rotte ad alta quota. Ma la rivoluzione dei cieli non riguarda solo il tipo di traiettoria delle rotte. Se fino al 7 dicembre i capitani dovevano presentare 24 ore prima del viaggio il piano di volo ora le compagnie segnaleranno solo il punto d’ingresso nello spazio aereo italiano e quello d’uscita, poi prenderanno la rotta preferita. Ci sarà l’Enav a vegliare sullo spazio aereo e garantire la sicurezza nei cieli.

NewsTrasportiTrasporti aereiautostrade dei cieliEnav

Roma, Dipartimento turismo: per la promozione il 5% della tassa di soggiorno

Seduta congiunta per le commissioni capitoline Bilancio e Turismo che esaminano il Bilancio previsionale 2017-2019 di Roma Capitale da affidare all’Aula Giulio Cesare per la prossima settimana. Un’occasione, per la commissione Turismo presieduta dalla consigliera Carola Penna del M5S, di ribadire le priorità del dicastero, “a partire dalla lotta all’abusivismo, con il recupero della tassa di soggiorno, delle strutture che non la versano” scrive Askanews. Va poi dotato il Dipartimento turismo delle risorse previste dalla delibera “che riconosce il 5% degli introiti derivanti dalla tassa di soggiorno, per la promozione turistica di Roma – ha spiegato ancora la presidente nel corso della seduta – e va ridisegnata l’architettura sia a livello della promozione che della ricettività, con l’obiettivo di aumentare il turismo di qualità”, ha concluso.

DestinazioniEnti del turismoItaliaNewsDpartimento turismoRoma Capitaletassa di soggiorno

“Referendum: un’altra occasione persa per il turismo”: la constatazione di Federturismo

“Con la vittoria del no al referendum costituzionale abbiamo perso ancora una volta” scrive in una nota Federturismo Confindustria, “l’occasione per ristabilire, attraverso la revisione del Titolo V, un equilibrio virtuoso tra centro e territori, per ridare al Paese una governance centrale sul turismo che da tanti anni stiamo aspettando e chiedendo e per ridurre l’attuale, enorme, spreco di risorse (oltre 600 milioni annui di spesa di promozione da parte delle Regioni e delle migliaia di enti locali che si occupano a vario titolo di turismo). Una seria politica nazionale del turismo non può continuare a dipendere da 20 politiche regionali, da innumerevoli modelli di governance, tutti diversi quando non assenti, da inutili quanto dannose iniziative di promozione locali, da un uso distorto e scoordinato delle imposte sul turismo, come la tassa di soggiorno o dall’assoluta mancanza di standard comuni nella classificazione e nell’offerta. Alla luce del periodo di incertezza politica che si apre oggi urge quindi trovare immediatamente soluzioni rapide e rimettere al centro dell’interesse nazionale il lavoro e la competitività. Le imprese del turismo chiedono inoltre un più efficace e rigoroso funzionamento della Conferenza Stato-Regioni, unico strumento oggi in grado di rispondere alle sfide e ai problemi che l’industria del turismo è chiamata ad affrontare”.  

DestinazioniFeaturedIstituzioni ed enti del turismoItaliaNewsfederturismo confindustriareferendumRegioni

Svizzera Turismo punta sui turisti cinesi

Svizzera Turismo continua a puntare sui clienti cinesi. Nonostante una riduzione della clientela proveniente dalla Cina registrata nell’ultima stagione estiva, l’organismo di promozione turistica svizzero è sicuro che la contrazione si riassorbirà. E “Più cinesi viaggeranno in Svizzera in futuro”, spiega Markus Berger, portavoce di Svizzera Turismo, come riporta il portale Swissinfo.ch. Anche se in numero inferiore rispetto agli anni precedenti. Per Hotelleriesuisse, Swiss Hotel Association, la flessione segnata dalla clientela cinese può essere imputata al rallentamento dell’economia interna, alle nuove prescrizioni in materia di concessione di visti e alle preoccupazioni in ambito di sicurezza. Secondo Svizzera Turismo, tuttavia, il sentimento di sicurezza dovrebbe migliorare, e se in precedenza gli abitanti della Cina visitavano la Svizzera in occasione di un viaggio attraverso l’Europa ora il Paese diviene attrattivo in sé, posizionandosi come destinazione sicura. A livello di prospettive, secondo Hotelleriesuisse, la domanda turistica globale tenderà nuovamente ad aumentare, e Svizzera Turismo conta soprattutto sulla crescita della clientela americana. La stagione invernale che si annuncia dovrebbe evolvere in modo più vantaggioso rispetto alla stagione invernale dello scorso anno, ma una stabilità generale si verificherà probabilmente solo a medio termine.

DestinazioniEuropa e MediterraneoNewshotelleriesuisseSvizzeraSvizzera Turismoturisti cinesi

Vacanze di Natale, AlbaStar collega Orio al Serio con Lamezia Terme e Catania

Per il periodo delle vacanze di Natale AlbaStar S.A. annuncia voli diretti a Catania e Lamezia Terme in partenza dall’Aeroporto di Milano Orio al Serio, dove la compagnia privata spagnola ha basato stabilmente un aeromobile durante tutto l’anno per operare i collegamenti charter e di linea della propria programmazione. I voli natalizi per Catania e Lamezia Terme saranno operati con aeromobili Boeing 737-400 della flotta di AlbaStar, configurati con 170 posti in classe unica. I collegamenti per Catania e per Lamezia Terme sono schedulati con partenza da Bergamo per il 22, 23 e 24 dicembre e per il 7 e 8 gennaio, con ritorno negli stessi giorni. Il prezzo minimo a tratta, tasse incluse, è di 33 euro. I biglietti sono disponibili sul sito web, sui principali Gds, oppure contattando il servizio call center e i maggiori portali di prenotazione.

NewsTrasportiTrasporti aereiAlbastarCataniaLamezia TermeOrio al Seriovacanze di Natale