Ultime news sul turismo

Oro del Mare, la vacanza a vela “chiavi in mano” si prenota in agenzia

La comodità di trovare una barca a vela perfettamente attrezzata e corredata (dalle lenzuola agli asciugamani fino alle stoviglie, alla spesa e a un originale kit di benvenuto) proprio nel porto d’imbarco che si preferisce: ecco il primo vantaggio offerto da Oro del Mare, il tour operator veronese specializzato in viaggi in barca a vela con imbarco alla cabina. “Un plus importante, specie se si considera che, di norma, le imbarcazioni charter vengono noleggiate ‘nude e crude’. Questo significa che, di solito, i passeggeri non solo devono portarsi tutto da casa, ma anche provvedere alla cambusa, ai documenti nelle varie marine, al rifornimento di carburante… Una serie di impegni e di incombenze che con noi sono già comprese nella quota” spiega Francesco Migliorini, fondatore e amministratore delegato Oro del Mare. “Siccome noi vogliamo avvicinare alla vela un target amplissimo – coppie, giovani, famiglie con bambini – che magari non ha ancora avuto esperienze per mare, abbiamo deciso di commercializzarci solo attraverso la rete delle agenzie di viaggi. Questo perché nessuno come l’agente conosce il proprio territorio e i propri clienti: in più noi di Oro del Mare – altro vantaggio – offriamo tutte le garanzie e le tutele di un tour operator, comprese le coperture assicurative Europ Assistance. Una bella sicurezza per chi si affida a noi”. Nato da pochi mesi “Ma con una solida base di professionalità, oltre che di passione per il mare, alle spalle” precisa Migliorini, il catalogo di Oro del Mare è ora distribuito nelle circa 750 agenzie del network Gattinoni Mondo di Vacanze, anche se negli obiettivi futuri si prevede di allargare il bacino di adv servite. Un catalogo bello da vedere e facile da consultare: in totale, sono proposte 50 crociere nel Mediterraneo a bordo di 12 barche a vela – da 2 a 5 cabine – e due caicchi, sempre condotti da skipper esperti. “Abbiamo creato ex novo un gruppo di armatori, ognuno con la propria barca, che offre partenze da tutti i principali porti italiani, della Grecia e della Croazia” spiega Migliorini. “Per rendere ancora più facile la vendita in agenzia, proponiamo quattro fasce di prezzo fisse, a prescindere dalla stagionalità ma legate alla durata della crociera: un giorno, un weekend, un weekend lungo o una settimana. Nella quota è compreso il trattamento di mezza pensione con colazione e pranzo serviti direttamente a bordo, anche con menù dedicati a vegetariani, vegani e nel rispetto di intolleranze alimentari, mentre per la cena si potrà scegliere tra i locali ubicati nella destinazione d’approdo”. Anche Francesco Migliorini è al timone della sua Penelope, una moderna e confortevole Elan Impression di 10 metri con tre cabine, un’ampia dinette e un pozzetto da dove godersi tutto il meglio del mare: “Penelope è basata nel porto San Felice di Chioggia, una marina bellissima e perfettamente attrezzata. Da qui salpo per crociere sia nella laguna di Venezia, con tutte le sue isole, sia verso la Croazia, ma ovviamente si possono definire itinerari creati ad hoc per i clienti” conclude Migliorini. “Anche se abbiamo pochi mesi di vita come tour operator, stiamo già registrando una buona quota di repeaters: magari chi è stato con noi per un weekend poi ci sceglie per vacanze più lunghe. La passione per il mare, si sa, è contagiosa”.  

CrociereFeaturedNewsTour operatorTour operator e Agenzie viaggibarca a velacrociereFrancesco MiglioriniMediterraneoOro del MarePenelope

IBAR, spiragli per il taglio delle tasse addizionali sugli imbarchi aerei

Possibili riduzioni sulle tasse municipali addizionali sugli imbarchi attualmente in vigore? L’IBAR (Italian Board Airline Representatives) ci conta e soprattutto confida nei recenti annunci del Ministro dei Trasporti e del Presidente del Consiglio in merito ad una riconsiderazione di tali imposte. Oggi il valore di questo tributo è di 9 euro per le partenze dagli aeroporti italiani (10 euro da Fiumicino). “Un Paese a forte vocazione turistica – dichiara il Presidente IBAR Umberto Solimeno – a nostro avviso deve perseguire una politica fiscale che sia un facilitatore, e non come ora un deterrente, della mobilità dei cittadini ed al contempo incoraggi gli investimenti delle Aziende impegnate nel trasporto aereo”. Oggi l’aumento della sola addizionale comunale di 2.50 euro per passeggero aereo causa un mancato introito di 146 milioni di euro, una perdita di oltre 2200 posti di lavoro nel settore ed indotto e soprattutto una perdita di oltre 750.000 passeggeri annui, come emerso da un’elaborazione IATA. “Recenti esperienze in ambito UE – continua Solimeno – hanno dimostrato in maniera incontrovertibile che la riduzione della fiscalità sul trasporto aereo genera effetti positivi sui volumi in transito negli aeroporti interessati favorendo di conseguenza la crescita del PIL. Dunque, in attesa dei provvedimenti attuativi, l’IBAR valuta positivamente l’impatto potenziale di una tale decisione. Gli annunci del governo sembrano andare nella giusta direzione, noi auspichiamo che non ci si limiti a rimuovere la addizionale di 2,50 euro recentemente introdotta ma che si colga questa occasione per rivedere il fondamento economico di un regime impositivo particolarmente gravoso per l’utenza del trasporto aereo”.  

InfrastruttureIstituzioni ed enti del turismoNewsTrasportiTrasporti aereiIATAIbartasseUmberto Solimeno

TripAdvisor: gli animalisti dicono no alle “attrazioni crudeli”

Gli animalisti accusano TripAdvisor: ricava profitto e promuove con Certificati di eccellenza attrazioni turistiche crudeli nei confronti degli animali. L’associazione ambientalista World Animal Protection (Wap) rimprovera al sito di vendere, tramite la sua compagnia Viator, biglietti per attrazioni che comportano lo sfruttamento di animali, come il trasporto dei turisti sugli elefanti, o performance nelle quali sono impiegati leoni, tigri e delfini. E con il suo algoritmo poi le fa comparire tra le più popolari agli utenti che accedono al portale. La Wap, riferisce La Repubblica, ha lanciato una petizione firmata da più di 250 mila persone con la quale ha chiesto al sito di bloccare la vendita dei biglietti e modificare il proprio algoritmo penalizzando questo tipo di turismo. Ma la piattaforma si giustifica affermando che è responsabilità dei governi locali stabilire quali attrazioni siano da considerarsi illegali. Secondo la Wap, però, nonostante le attrazioni incriminate non siano vietate nei Paesi nelle quali operano alcuni TO, già oltre cento compagnie di viaggio hanno bloccato la vendita e la promozione di biglietti per il trasporto di turisti sugli elefanti, e per altri spettacoli che sfruttano gli animali. L’associazione non demorde, e ha chiesto al sito di creare almeno una sezione speciale per gli operatori che propongono esperienze turistiche che rispettano gli animali selvatici nel loro habitat. Qualcosa di simile al GreenLeaders programme, insomma, nel quale TripAdvisor riporta gli hotel e i B&B eco-friendly.

App e siti webBooking engine e channel managerNewsNews dal webOnline travel e Tecnologiaanimalianimalistieco-friendlyGreenLeadersTripAdvisor

Gli aeroporti USA sono sicuri? Tsa “sotto osservazione”

Gli aeroporti USA sono sicuri? Non del tutto, a quanto pare. Colpa dei sistemi informatici della Transportation security administration (Tsa), l’agenzia USA che si occupa dei controlli di sicurezza dei mezzi di trasporto statunitensi. O meglio, della loro gestione non corretta. Secondo l’IT Management Challenges Continue in TSA’s Security Technology Integrated Program, un report del Department of Homeland Security (Dhs), esistono “falle” nella sicurezza di alcuni aeroporti statunitensi (Chicago, Atlanta e San Francisco) dovute principalmente a software che presentano vulnerabilità, stanze dei server surriscaldate, computer che fanno uso di software non supportati. Così come mancherebbero difese fisiche adeguate per evitare potenziali accessi ai sistemi informatici. A quanto riporta Askanews, la Tsa non avrebbe seguito le linee guida emesse dal Dhs ai fini dell’utilizzo dei sistemi, che inoltre gestiscono anche i dati provenienti da dispositivi per la rilevazione di esplosivi, raggi x e altre apparecchiature diagnostiche. Nel report si legge che “non conformandosi a queste direttive si aumenta il rischio che gli apparecchi di controllo dei bagagli non operino come dovuto, provocando perdite potenziali di confidenzialità, integrità e disponibilità dei programmi di screening degli esplosivi, dei passeggeri e dei bagagli della Tsa”. Il report conclude con alcune (semplici) raccomandazioni, tra cui non fare ricorso a server che presentano bug noti, e procedere agli aggiornamenti al momento adeguato. E la Tsa, precisa in conclusione l’analisi, si è già attivata al fine di risolvere questi problemi.

InfrastruttureNewsTrasportiaeroporti UsachicagosicurezzaTsa

Incubo terrorismo: le donne ne soffrono di più (e i giovani di meno)

Sette donne su 10, nella fascia d’età compresa tra i 25 e i 55 anni, sono così spaventate dal terrorismo da definirlo un incubo. E il timore degli attentati è un elemento che influenza il movimento in città, la scelta delle mete di vacanza e dei luoghi in cui fare shopping (i centri commerciali sono penalizzati). Al contrario, solo il 20% dei giovani tra i 18 e 25 ha modificato le proprie abitudini quotidiane per timore del terrorismo. In una fascia intermedia si trovano gli uomini adulti, per il 60% dei quali la minaccia degli attentati influisce sulla vita, ma soprattutto per quanto riguarda i viaggi. Lo rivela il sondaggio online, a cui hanno risposto circa 1.300 persone, realizzato dall’Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico (Eurodap). ”Per combattere il terrorismo – fa notare Paola Vinciguerra, presidente Eurodap – abbiamo innalzato barriere, intensificato i controlli, abbiamo reso più rigidi i nostri comportamenti, tentando di prevedere le situazioni a rischio. Il risultato è stato di limitare, forse, i danni, ma è inevitabilmente aumentato il livello di paura e stress. Le precauzioni adottate, però, in realtà non servono a nulla, se non ad illuderci di vivere al sicuro”. Come riporta l’Ansa, il consiglio della psicologa è invece quello di ”lavorare su se stessi, cercando di migliorare lo stato emotivo per vivere non sentendosi costantemente minacciati”. Ancora, per non sentirsi in balìa degli eventi e in costante pericolo, è importante imparare a interpretare la propria vita nel ruolo di persone capaci di incidere sul percorso degli eventi e “non come comparse che debbono solo proteggersi rispetto a realtà minacciose”.

Analisi e StudiNewsStudidonneincuboTerrorismo

Croatia Airlines, decollano i voli stagionali Milano-Zagabria

Decollano i voli stagionali Croatia Airlines da Milano Malpensa a Zagabria, la capitale della Croazia. “I voli saranno operati nella stagione estiva il venerdì, la domenica e il martedì, fino ad ottobre” ha detto Bianka Pezić, station & sales manager Italy della compagnia. “Non escludiamo che il volo possa essere operato in seguito per tutto l’anno. Da Roma partirà un volo giornaliero verso Spalato e uno il sabato e la domenica per Dubrovnik che proseguono per Zagabria. Fino ad ottobre sarà operativo anche il volo Venezia-Dubrovnik il giovedì e la domenica. Dopo un programma di ristrutturazione durato tre anni, oggi apriamo altre tre nuove linee stagionali da Zagabria verso San Pietroburgo, Lisbona e Praga”.

NewsTrasportiTrasporti aereiCroatia AirlinesCroaziaMilano MalpensaZagabria

Gattinoni, un evento al giorno e 35 milioni di euro di fatturato nel 2015: ecco come ci riesce

Gli eventi muovono il business. Lo sanno bene le Divisioni Communication e Incentive & Events di Gattinoni che nel 2015 hanno apportato al gruppo 35 milioni di euro di fatturato, attraverso la realizzazione di ben 360 operazioni: una al giorno se escludiamo le feste comandate, da quelle di piccole dimensioni alle grandi convention. Un record per la Divisione Incentive & Events nata nel 1983 e quella Communication nata nel 2008, che complessivamente coinvolgono uno staff di 60 persone e che negli ultimi anni hanno sviluppato insieme un volume d’affari annuo mai inferiore a 16 milioni di euro con un exploit negli ultimi due anni: 29 milioni nel 2014 35 milioni nel 2015. Piccoli e grandi eventi, lanci di prodotto, convention, roadshow, team building rappresentano il 60% del core business delle due business unit mentre il restante 40% è dato dagli incentive. Il segreto? E’ presto detto: proprio tra la fine dell’anno 2015 e i primi 4 mesi dell’anno 2016, Gattinoni ha realizzato tre campagne per entrare in contatto con Società prospect o diverse divisioni di Società con le quali già collaborava e conquistare così nuovi clienti, sia per la sinergia Incentive & Events/Communication, sia per le altre Divisioni del Gruppo (principalmente il Busines Travel verso i Corporate). Le tre operazioni “Agenda”, “Caffè” e “Non ti Scordar di Me”, hanno raccolto un grande apprezzamento dalle aziende coinvolte e, soprattutto, hanno aperto numerose e nuove opportunità di collaborazione. Vediamole nel dettaglio: Durante gli ultimi mesi dell’anno 2015 è stata lanciata l’operazione “AGENDA” dedicata a una selezione di 30 aziende già clienti del Gruppo con l’obiettivo di evidenziare loro l’ampiezza dei servizi offerti dalle varie Divisioni e la crescita del Gruppo Gattinoni. L’iniziativa ha previsto l’omaggio di un’Agenda personalizzata, con in evidenza, grazie ad una grafica accattivante, l’elenco di tutte le Divisioni del Gruppo. Il 33% delle aziende coinvolte ha risposto richiedendo un appuntamento. L’operazione “CAFFÈ” è stata destinata, invece, a un target di 100 aziende prospect (che organizzano grandi eventi) che non avevano mai lavorato con Gattinoni nel segmento Incentive & Events e Communication. L’obiettivo era creare new business e fissare un appuntamento per presentare il Gruppo. È stata sviluppata in fasi: – i Responsabili interni delle aziende coinvolte, dopo un primo contatto via mail, ricevevano una busta di 1 kg di caffè sulla cui etichetta compariva il claim “Se trovi cinque minuti di tempo per noi, il caffè lo beviamo insieme”. – Gli stessi interlocutori in seguito ricevevano una scatola personalizzata con 7 bustine di zucchero, su ciascuna delle quali compariva il logo di una delle Divisioni del Gruppo Gattinoni. – Chi rispondeva fissando l’appuntamento riceveva una Mug in omaggio, brandizzata Gattinoni Viaggiare con Stile. Il risultato sono stati 25 appuntamenti fissati, pari al 25% delle aziende contattate. L’ultima campagna “NON TI SCORDAR DI ME” si è rivolta, invece, a 130 aziende che in passato si erano già affidate a Gattinoni. L’obiettivo era la fidelizzazione, trasmettere il concept che Gattinoni non si occupa solo di viaggi ma anche di piccoli e grandi eventi. La campagna ha fatto sì che i Responsabili interni delle aziende ricevessero una confezione con un seme da piantare e un bigliettino-segnalibro con all’interno una matita in legno, che recava il claim “nontiscordardime”. La simbologia di un seme destinato a germogliare ben si addice al progetto di far crescere insieme operazioni di comunicazione, belle e piacevoli come fiori. La campagna in questo caso è ancora in corso e non sono stati diffusi i risultati ma anche questo progetto evidenzia bene la strategia di acquisizione clienti del gruppo. “L’originalità di queste ultime campagne di promozione ha riscosso successo – commenta Isabella Maggi, Direttore Marketing & Comunicazione – perché spesso le aziende conoscono i propri obiettivi ma non necessariamente le strategie per raggiungerli e per loro è una garanzia affidarsi a organizzatori di comprovata esperienza e creatività. Oggi per eccellere nel mercato sono richieste tante competenze: dall’ideazione creativa alla declinazione nelle varie forme di comunicazione, dall’aiutare il cliente a focalizzare l’obiettivo alla gestione del problem solving durante lo svolgimento dell’operazione, dall’organizzazione dell’evento-viaggio-meeting alla complessa parte logistica. Il Gruppo Gattinoni, avendo al suo interno tante realtà, può svolgere attività di cross-selling in maniera privilegiata”. Oltre all’expertise specifica nel campo del turismo, pesa la sfera creativa: event manager, art director, copy, grafici, registi per piccole produzioni fanno parte dello staff, arricchito da collaboratori esterni. “Sfruttiamo gli strumenti di ultima generazione senza perdere quel sapore artigiano che ci contraddistingue – commenta Sergio Rasola, Direttore Creativo della Divisione Communication – Il nostro contributo creativo vuole essere un insieme di idee creative forti, in cui il capitale umano gioca un ruolo fondamentale e veicolate da un apparato potente per renderle vincenti”.

Agenzie viaggi e NetworkAnalisi e StudiCorporate travelDestinazioniMice e Business travelNewsStudiTour operator e Agenzie viaggiBusiness Travelcase historycorporate travelGattinoniincentiveMice

Tourist Angels e un network per info, nascono i progetti pilota per il turismo in Lombardia

La Regione Lombardia punta ad esportare i Tourist Angels e il network per info ai turisti, progetti presentati dalla Camera di Commercio di Varese che vedono rispettivamente i ragazzi delle scuole impegnati ad accompagnare i visitatori alla scoperta del territorio e una “rete” di bar, edicole e negozi che si mettono a disposizione per fornire informazioni ai turisti. “Si tratta di due buone idee che intendo sostenere e finanziare – ha detto il presidente della Regione Roberto Maroni inaugurando a Varese un nuovo punto informazioni -. Incaricherò la Camera di commercio di Varese di fare un test per un modello da esportare in tutte le altre province”. Come riporta l’Ansa, in occasione dell’anno del turismo lombardo la Regione ha stanziato per il settore 60 milioni di euro.

DestinazioniEnti localiIstituzioni ed enti del turismoItaliaNewsLombardianetwork per infoprogetti pilotaTourist angelsturismo

Saona Exclusive, la nuova esperienza dei Viva Wyndham Dominicus

Saona Exclusive è la nuova esperienza offerta dai Viva Wyndham Dominicus, le due strutture situate a La Romana di Viva Wyndham Resorts. Su una spiaggia della piccola isola di Saona, 105 kmq di natura carsica e 90 chilometri di coste circondate da barriera corallina non lontano dalla costa sud-orientale dell’odierna Repubblica Dominicana, Viva Wyndham ha realizzato un piccolo insediamento a uso esclusivo degli ospiti di Viva Wyndham Dominicus Beach e Viva Wyndham Dominicus Palace. Si parte infatti alle 8.30 dai due resort per costeggiare il Parque Nacional del Este, quindi sostare a El Peñon e alle Piscinas Naturales, per poi dirigersi verso uno dei tratti più spettacolari di Saona: Canto de la Playa, dove passeggiare su una spiaggia che sembra farina e nuotare nel mare incontaminato. La tappa successiva è il villaggio di Mano Juan, con le sue casette azzurre, dopodiché ci si sposta nella spiaggia privata di Saona, attrezzata con un elegante ristorante, il Saona Exclusive, che accoglie al massimo 50 persone. Il rientro nei resort è previsto verso le 18.30. Viva Wyndham Dominicus Beach e l’adiacente Viva Wyndham Dominicus Palace sorgono a Bayahibe, dove la catena alberghiera Viva Wyndham Resorts ha messo radici 29 anni fa. I due resort, a 20 minuti dall’aeroporto de La Romana, 45 da quello di Punta Cana e 75 da quello di Las Americas, sono proposti in formula all inclusive e prenotabili direttamente o tramite pacchetti con volo forniti da molti TO italiani.

Catene e alberghiNewsSettore RicettivoLa RomanaRepubblica DominicanaSaonaViva Whyndam DOminicusViva Whyndam Resorts

Montenegro, boom di turismo

Boom di turismo per il Montenegro, il piccolo stato balcanico che ha dichiarato la sua indipendenza dalla Serbia 10 anni fa e da allora ha incentrato la propria economia su questo settore. Secondo le previsioni, nel 2016 gli introiti dal turismo saranno pari a quasi un quarto del Pil. “Il nostro obiettivo è di realizzare un miliardo di euro di introiti dal turismo quest’anno”, ha detto all’Ansa la direttrice dell’Ente nazionale per il turismo, Željka Radak. E già nel 2015, un anno record, il turismo ha fruttato 800 milioni di euro. A motivare le previsioni ottimistiche sono i dati statistici relativi al primo trimestre dell’anno, e le prenotazioni confermate per la stagione estiva in arrivo.

DestinazioniEuropa e MediterraneoMontenegroturismo

50cent diventa testimonial del comfort degli ostelli con Hostelworld

50 Cent, uno dei rapper più quotati sulla scena globale, nel suo recente viaggio a Barcellona ha deciso di soggiornare in un ostello anziché in un hotel di lusso, accettando la sfida/invito di Hostelworld a provare la differenza. E’ questa la trama del nuovo video promozionale di Hostelworld, leader mondiale della prenotazione degli ostelli, che vede proprio 50 Cent al centro della scena come star di “Hostel Cribs”, parodia della famosa serie televisiva MTV “Cribs”. 50 Cent introduce così se stesso al mondo degli ostelli moderni, rimanendo sorpreso dal fatto che non ha dovuto rinunciare a comodità e stile di vita a cui era abituato. Il rapper americano è stato ripreso mentre viene accolto al TOC Hostel di Barcellona, salutato dai ragazzi che lo riconoscono già dalla lounge, coinvolgendolo in una partita a calcio balilla.  E poi un giro sulla terrazza panoramica con piscina fino al relax nella camera matrimoniale, con bagno e terrazzo privati. 50 Cent ha condiviso l”esperienza sui social attraverso una campagna che lo vede protagonista utilizzando l’hashtag #InDaHostel, che si ispira al titolo di una delle sue più celebri canzoni, “In Da Club”. ”Ho viaggiato in tutto il mondo e ho soggiornato in posti incredibili ma nessuno di questi aveva la stessa atmosfera ed energia che ho trovato nell’ostello di Barcellona – ha dichiarato 50 Cent -. Non avrei mai pensato che gli ostelli potessero essere così: hanno piscine, camere private e bar incredibili. Sono convinto che siano la scelta migliore per chi viaggia e non vuole rinunciare a comodità e lusso senza spendere una fortuna. Oltre poi a conoscere tantissime nuove persone da tutto il mondo”.

EconomiaExtralberghieroMarketing e comunicazioneNewsSettore RicettivoVideospace

Nasce Freccialink, il servizio integrato bus+Frecce AV delle Ferrovie dello Stato

Nasce Freccialink. Grazie a un servizio integrato Bus+Frecce AV, l’alta velocità raggiunge Siena, Perugia, L’Aquila, Matera e Potenza. Dal prossimo 12 giugno, con l’avvio del nuovo orario, altre cinque città si avvicinano all’Alta Velocità delle Ferrovie dello Stato. Quattro corse Freccialink al giorno, due in partenza e due in arrivo, uniranno le cinque città alle stazione AV più vicine, dove i clienti saranno accolti e assistiti dal personale di Trenitalia e accompagnati ai Frecciarossa con destinazione Bologna, Milano, Roma, Napoli, Salerno, Padova e Venezia. Un bus speciale a 16 posti sarà riconoscibile per il logo e la livrea del Frecciarossa e tutto il viaggio in bus offrirà i plus del servizio: personale dedicato, assistenza, Wi-Fi, drink e monitor di bordo anche sul bus. La prima città a sperimentare il Freccialink è stata Siena dove il nuovo servizio è stato presentato dall’ad di Trenitalia Barbara Morgante insieme al sindaco Bruno Valentini.  

NewsTrasportiTrasporti su strada e su rotaiaAlta ValocitàFerrovie dello StatoFreccialink

Mistral Tour, che successo il Giappone: partenze supplementari anche in autunno

Mistral Tour, a seguito del consistente numero di richieste legate alle partenze di gruppo autunnali Giappone, ha deciso di proporre partenze supplementari per questa destinazione. Dal 4 settembre al 30 ottobre, tutte le domeniche, sono infatti state inserite 8 nuove date di partenza sui cinque tour di gruppo da catalogo, della durata da 7 a 14 giorni. “Il 2016 è decisamente l’anno del Giappone e i nostri tour sono tutti completi fino ad autunno inoltrato. Dopo mesi di trattative, siamo riusciti a ottenere, grazie al nostro corrispondente, una nuova disponibilità di camere che ci consente di riaprire la stagione e di tornare a proporci sul mercato – commenta Michele Serra di Mistral Tour -. Siamo dunque in grado di offrire otto partenze aggiuntive in esclusiva sul mercato italiano con accompagnatore di lingua italiana.” Oltre ai tour di gruppo, il tour operator del Quality Group offre sul Giappone anche viaggi individuali e un originale fly&drive.  

NewsTour operatorTour operator e Agenzie viaggiGiapponeMichele SerraMistral TourQuality Group

Costa Crociere: dal 1° giugno pagamento con Bancomat a bordo per i clienti italiani

A partire dal 1° giugno 2016 su tutte le navi della flotta di Costa Crociere, ad eccezione di quelle operanti in Asia, sarà abilitato al pagamento delle spese di bordo anche il circuito Bancomat italiano. Agli ospiti che vorranno usarlo sarà richiesta la registrazione della carta utilizzando i lettori presenti nelle aree comuni della nave. L’utilizzo del sistema di pagamento non comporta costi di transazione per i passeggeri.

CrociereGrandi naviNewsTour operator e Agenzie viaggiCosta Crociere

Wonderful Sardinia, Sardegna da specialisti

Con Wonderful Sardinia la vacanza è servita. Il portale specializzato sulla Sardegna propone cinquanta hotel e resort esclusivi, tutti a 4 o 5 stelle, ristoranti luxury, escursioni in barca a vela nel Parco Naturale della Maddalena, oltre a servizi come maggiordomo e baby sitter a disposizione degli ospiti. Le cinquanta strutture che aderiscono al marchio sono disseminate su tutta l’Isola, dalla mondana Costa Smeralda al più riservato Sud, dalle meraviglie naturali del Golfo dell’Asinara alla selvaggia costa occidentale. Unico criterio utilizzato da Wonderful Sardinia: selezionare solo il meglio. “Ci presentiamo come specialisti della Sardegna – spiega Giulio Sacripanti, general manager di Wonderful Sardinia – perché quello che vogliamo offrire a chi si rivolge a noi è un servizio a 360 gradi. Le nostre proposte sono tutte uniche, perché sono tailor made, cucite addosso alle esigenze dei nostri ospiti”. Wonderful Sardinia presenta le proprie proposte suddivise per temi, come famiglia, coppia o vacanza benessere. Ma rivolgendosi direttamente ai consulenti si possono creare settimane in grado di rispondere perfettamente diverse esigenze di vacanza..

DestinazioniItaliaNewsOnline travel e Tecnologia#ttg2015SardegnaWonderful Sardinia

Isabella Scaccia è la nuova industry manager per l’Italia di Trivago

Cambio della guardia in casa Trivago: Isabella Scaccia è la nuova industry manager per l’Italia. Prende il posto di Giulia Eremita, in pausa maternità (qui la sua ultima video intervista per webitmag a BTO 2015, con elegante inquadratura a mezzo busto). Isabella, in Trivago dal 2013 dopo un’esperienza in Zalando, si occuperà dunque della comunicazione e degli eventi che riguardano l’industria alberghiera italiana, lato b2b. In passato si è occupata di community management e di localizzazione in italiano dei contenuti della piattaforma del metasearch.

NewsOfferte di lavoro e nomineOnline travel e TecnologiaOTA e metasearchnomine

Il dopo schianto Egyptair: come cambia la mappa dei viaggi internazionali

Come cambia la mappa delle vacanze dopo lo schianto del volo Egyptair? “Quell’aereo potrebbe essere la pietra tombale del turismo egiziano per alcuni anni a venire”, spiega Raffaello Zanini, fondatore del portale Planethotel.net, in un lungo post apparso su Il Sole 24 Ore. Ma non è solo l’Egitto a subire gravi conseguenze dagli attacchi terroristici. Tunisia, Turchia e Marocco vengono abbandonati dai TO internazionali e dalle compagnie aeree. E l’Europa (a partire da Parigi) subirà anch’essa un calo di presenze turistiche da oltreoceano. Perché “visti da Los Angeles, o Boston, Cairo, Parigi e Bruxelles sono più o meno nella stessa regione, che è quella del Mediterraneo” scrive Zanini E per il turismo diretto al mare? La prospettiva dei flussi, secondo il fondatore di Planethotel.net, cambierà probabilmente per i prossimi 3-5 anni. Se per i francesi le vacanze al mare erano sinonimo di costa sud o Tunisia, Marocco ed Egitto, ora vengono ricollocate in Spagna e Italia. Quanto ai russi è finito il periodo in cui atterravano a Rimini: i gravi problemi economici in patria spingono i russi in Crimea e nella Bulgaria, destinazioni tranquillizzanti a un costo ridotto. Anche inglesi, tedeschi e i turisti dei paesi nordici in generale, si ‘trasferiscono’ verso destinazioni a loro più note. Come la Spagna, che quest’anno farà un vero boom, l’Italia, (Sicilia e Sardegna in primis, e Puglia), la Grecia, la Croazia, e la costa adriatica orientale. In questo quadro, secondo Zanini, ci guadagnano i viaggi a lungo raggio verso USA, Messico e Cuba. O le crociere nel Mediterraneo che, oltre a costituire un fenomeno a sé, sono un ulteriore motivo di crescita turistica per alcune zone a sfavore di altre. E l’Italia? Risponde Giuseppe Pagliara, amministratore delegato di Nicolaus Tour di Ostuni, per cui si profila un’importante opportunità, nonostante, a differenza della Grecia, in Italia manchi il prodotto internazionale. “Il nostro prodotto – spiega Pagliara – è fatto a misura degli italiani, mentre gli albergatori dovrebbero sviluppare hotel più accoglienti per l’ospite straniero (ristorazione, animazione), ma anche risorse che parlino le lingue”. Risponde ancora Pagliara: “Quasi tutti  gli hotel hanno bisogno di restyling, in un momento però in cui mancano le risorse economiche per ristrutturare”. E sulle dimensioni “Servono villaggi di 300 camere, a un’ora all’aeroporto; per ogni mercato servito occorrono almeno 80/100 camere in modo che si possa riempire l’aereo che porta i turisti e offrire una struttura di accoglienza adeguata”.

Analisi e StudiDestinazioniEuropa e MediterraneoMondoNewsStudiEgittoEgyptairGiuseppe PagliaraItaliaNicolausPlanethotel.netRaffaello Zanini

Italobus Special: treno+bus scontati del 50%

A pochi giorni dall’avvio del nuovo servizio, Italo lancia Italobus Special, la promozione dedicata a chi deve raggiungere le città di Bergamo, Mantova, Parma, Piacenza, Cremona, Modena, Sassuolo e Carpi con Italobus, il servizio di trasporto integrato targato Italo. A chi sceglie di viaggiare tra il 6 giugno e il 31 luglio verso le destinazioni di Italobus, viene riconosciuto uno sconto del 50%. Lo sconto è applicabile esclusivamente sui biglietti integrati treno più bus acquistati in offerta Flex ed è valido per viaggiare negli ambienti Smart, eXtra Large e Prima.Acquistando un biglietto unico, treno più bus, i viaggiatori potranno partire con Italo e proseguire il viaggio con Italobus verso le nuove destinazioni o viceversa. Arrivando nella stazione di Reggio Emilia AV Mediopadana si potrà salire a bordo di Italobus e raggiungere Mantova, Parma, Piacenza, Cremona, Modena, Sassuolo e Carpi  mentre chi scende alla stazione di Milano Rogoredo potrà salire a bordo dell’Italobus diretto verso la città di Bergamo.  

NewsTrasportiTrasporti su strada e su rotaiaItalo trenoItalobusNtvsconto 50%

Le eccellenze enogastronomiche del Friuli? Si gustano con TastyBus

Riparte il TastyBus con le sue inedite proposte di itinerari enogastronomici, che portano alla scoperta di quanto di meglio offre il Friuli Venezia Giulia in fatto di ristorazione ed enogastronomia: aziende, produttori, cantine, ristoranti che costituiscono il patrimonio di questo territorio e che sono state riunite in un unico ‘pacchetto-viaggio’ in grado di raccontare (e far provare) ai visitatori l’articolata identità di una regione dalle peculiarità enogastronomiche veramente uniche. Ideato da Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori (consorzio che raggruppa una sessantina fra ristoranti, cantine e produttori agroalimentari top quality) e Cividin Viaggi – Progetto CivadoItaly, il TastyBus condurrà i visitatori provenienti da Trieste e dalle spiagge di Lignano e Grado in gustose esplorazioni enogastronomiche. I prossimi due tour  (venerdì 3 e 24 giugno) avrannocome filo conduttore “Castelli, Acetaie e Vigneti” e porteranno da Trieste fin nel cuore di un Friuli dove il vino si produce in bellissimi Relais e Castelli, l’aceto riposa fra le verdi colline del Collio e il prosciutto si gusta “in crosta”. Tappe saranno la cantina di Marco Felluga – Russiz Superiore a Capriva del Friuli nel cuore del Collio e l’Acetaia dove Josko Sirk produce un aceto unico nel suo genere (nasce, infatti, direttamente dall’uva di ribolla gialla e non dal vino). A pranzo i partecipanti saranno conquistati dall’atmosfera calda e accogliente dell’Osteria La Subida e dai suoi piatti tipici – ma rivisitati – di terra di confine, dove si fondono cultura friulana e slovena. Prima di rientrare, sosta d’obbligo al Castello di Spessa per una visita alle più antiche cantine di invecchiamento del Collio, dove degustare vini che furono apprezzati persino da Giacomo Casanova, che vi fu ospite. I programmi dettagliati di questi tour e di quelli che verranno via via organizzati questa estate si trovano su  www.civadoitaly.com, da cui è possibile fare anche la prenotazione. Il TastyBus parte con un minimo di 4/ 6 persone. Su richiesta, si organizzano anche tour individuali.    

DestinazioniEnogastronomiaItaliaLeisureNewsCollioenogastronomiaFriuli Venezia GiuliaTastybusVia dei Sapori

Grande successo per la notte dei musei

Grande successo per la #NottedeiMusei, l’iniziativa che sabato 21 maggio ha visto l’apertura straordinaria di tutti i musei statali al costo simbolico di 1 euro. “Nella serata 1300 persone a Reggio Calabria, 2000 a Caserta, 1800 a Brera e così in tutta Italia!” ha scritto su Twitter il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini. Dall’Accademia di Venezia a Paestum, da Ercolano a Capodimonte, dalla Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea di Roma ai musei reali di Torino, sono stati migliaia i visitatori di questa edizione della Notte europea dei musei. Un’edizione contraddistinta anche da una forte presenza sui social, su cui si è concentrata l’attività promozionale del ministero. E dove migliaia di cittadini hanno postato le immagini delle visite notturne. Solo a Roma si sono contati circa 58 mila visitatori, che dalle 20 alle 2 hanno affollato gli spazi culturali della capitale. Quasi 36 mila le presenze nel solo circuito dei musei civici, ai Mercati di Traiano sono arrivati in 6.145, ai Musei Capitolini in 3503 e all’Ara Pacis 3.019. Il Museo di Roma Palazzo Braschi ne ha attirati altri 3.359, quello in Trastevere 2.220, Centrale Montemartini 2044, Museo della Repubblica romana e della memoria Garibaldina 1.920. E in 1.439 sono andati al museo di Zoologia. Sempre a Roma, una delle città più attive di questa edizione, non sono stati meno visitati il Palaexpo (3.872 visite), le Scuderie del Quirinale (2.197), e i musei archeologici dell’Auditorium Parco della Musica (1.615). Ottimo risultato anche per il Polo museale della Sapienza (5000 visite), di quello Atac (1000) e la Reale Accademia di Spagna (oltre 800).

AppuntamentiArte e CulturaDestinazioniIstituzioni ed enti del turismoItaliaLeisureNews#NottedeiMuseiDario FranceschiniMuseiRoma